Nuovo divieto anti movida in piazza

Cin-cin di plastica a Mirano, dove l’estate della movida si chiude col divieto di portare fuori dai locali bottiglie e bicchieri di vetro. Lo ha deciso il Comune che ha ordinato ai bar del centro di servire drink e bevande su bicchieri di plastica dalle 22 alle 6 del mattino nel caso questi venissero consumati fuori dal plateatico. Una misura voluta dall’assessore al Decoro urbano Enrico Baschiera che ha ritenuto di dover intervenire per eliminare il fenomeno dell’abbandono di bicchieri e bottiglie che ha assunto proporzioni rilevanti in particolare nel centro storico, come segnalato anche da cittadini e residenti. Soprattutto nel periodo estivo piazza Martiri e le vie limitrofe registrano un notevole afflusso di persone richiamate dalle tante manifestazioni.
“In queste occasioni — spiega Baschiera — si è riscontrato un notevole consumo di bevande alcoliche che porta spesso al manifestarsi di schiamazzi nelle ore notturne e all’abbandono di contenitori e cocci di vetro lungo strade, porticati e piazze senza alcun riguardo per la pulizia dei luoghi”. Per prevenire le situazioni di degrado ed evitare possibili pericoli per chi frequenta gli spazi pubblici, scatta dunque il divieto per gli esercizi commerciali di vendere per asporto bevande in bottiglie di vetro e somministrare bevande in bicchieri di vetro al di fuori del proprio plateatico nelle ore serali e notturne. Si rischiano multe fino a 500 euro. Restano salvi i plateatici: fuori, nei tavoli all’aperto, sarà ancora possibile bere uno spritz o una birra in bicchieri di vetro. Oltre, no: via il vetro da piazzetta Errera, piazza Martiri, dai marciapiedi e da sotto i portici del centro storico. Chi vorrà ancora sorseggiare un prosecco ai bordi della fontana, al centro dell’ovale o all’ombra del campanile, dovrà farlo facendosi servire il drink in bicchieri di plastica. A vigilare dovranno essere gli esercenti, che in caso contrario rischiano multe salate. E qualcuno è già corso da tempo ai ripari: molti i locali che già prima dell’entrata in vigore dell’ordinanza hanno servito bevande in bicchieri di plastica. Adesso il provvedimento riguarda, in caso di manifestazioni pubbliche, anche chioschi e venditori ambulanti. Ma non finisce qui. Il Comune intende seguire la strada della regolamentazione della movida, dopo l’esplosione del fenomeno giovani in centro e si appresta a varare una nuova ordinanza che vieta la vendita e la somministrazione di alcolici ai minori di 16 anni. Il provvedimento, reso famoso a Milano dall’ordinanza di Letizia Moratti, prevede multe salate per i genitori in caso di under 16 trovati a far uso di alcolici nei locali miranesi. Favorevoli i commercianti, che però avvertono: prima la concertazione.

FILIPPO DE GASPERI

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento