Più assistenza e sussidi, soprattutto per anziani e le famiglie

Cisl, Cgil e Uil hanno condotto un’indagine congiunta per verificare la situazione generale di Cavarzere, confrontata anche con le realtà di Chioggia e Cona. Lo studio è stato condotto per avere un quadro preciso delle esigenze del territorio, e ha portato le tre associazioni sindacali a formulare alcune proposte finalizzate ad alleviare i problemi economici che affliggono molte famiglie locali. Il documento, con le relative proposte, è stato presentato la scorsa primavera alla stessa Amministrazione comunale di Cavarzere, ma, afferma Ivo Del Biondo, portavoce dei tre sindacati “allo stato odierno, non abbiamo ancora ricevuto risposta da parte del Comune”. Ad ogni modo, considerando che ben il 40% della popolazione di Cavarzere è anziana, è ovvio che la maggior parte delle difficoltà siano incontrate da questa fascia di età, poiché nel territorio vasto di Cavarzere, si rende manifesta la condizione di isolamento e la mancanza di servizi assistenziali ad hoc e di mezzi di trasporto idonei. Ma cosa chiedono i nostri sindacati all’Amministrazione? Sul piano assistenziale richiedono che “il servizio di assistenza domiciliare e la fornitura di pasti a domicilio siano potenziati in modo da assicurare il sostegno alla maggior parte possibile dell’utenza”. Contestualmente, si chiede che le tariffe in vigore per tali servizi non siano aumentate. Un’altra proposta importante, pensata per tutti coloro che necessitano di un contributo economico mensile, riguarda la disponibilità finanziaria per la concessione di sussidi economici che, richiedono i tre sindacati, “deve essere assicurata nel bilancio di previsione dell’amministrazione”. Inoltre è stata richiesta una più ampia offerta di unità abitative convenzionate, “con interventi condivisi per diminuire la “bolla speculativa” sugli immobili”. Un’altra proposta è l’istituzione di un Osservatorio prezzi con un efficiente monitoraggio nel territorio. Una proposta che è stata concretizzata, invece, riguarda le spese scolastiche: in collaborazione con i tre sindacati, il Comitato Genitori, il Patronato Pio X e l’Amministrazione comunale è stata promossa la raccolta di libri scolastici usati e la loro successiva ridistribuzione a seconda delle esigenze delle famiglie.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento