Risorse a favore dei disoccupati

Tra la fine di settembre e gli inizi di ottobre ci sarà un vertice fra l’amministrazione comunale Conselvana, le associazioni di volontariato e quelle di categoria per fare il punto della situazione su come le famiglie del territorio stanno affrontando eventuali difficoltà economiche e come andare in loro aiuto. Gli strumenti non mancano ma spesso ciò che manca è un’adeguata informazione delle opportunità di accedere ad aiuti ed agevolazioni. E’ il caso del fondo di solidarietà istituto nei mesi scorsi dal Comune di Conselve. Fino allo scorso agosto in municipio non era arrivata nemmeno una richiesta, eppure le situazioni di difficoltà non mancano. “L’incontro con il mondo del volontariato e le categorie professionali servirà anche a questo. — spiega l’assessore al Bilancio Stefano De Nicola, che ha seguito la costituzione del fondo di solidarietà — Avremo così la possibilità di ritarare il progetto affinché possa raggiungere il suo scopo. C’è da dire inoltre che il periodo estivo è il meno propizio per questo genere di iniziative e che probabilmente con l’autunno assisteremo ad un maggiore interesse con le prime richieste di informazioni e accesso. Va detto anche che finora, nel nostro territorio, le situazioni veramente drammatiche non sono così numerose e che la rete di supporto famigliare continua ad avere la sua efficacia. Vogliamo però non farci trovare impreparati ed essere in grado di rispondere alle necessità dei nostri concittadini”.
Vediamo cosa prevede il fondo messo a disposizione dal Comune di Conselve. Per i lavoratori che si trovino nelle condizioni previste dal regolamento, che abbiano perso o modificato la propria occupazione abituale a far data dal 1 settembre 2008, potrà essere erogato un contributo straordinario fino a 1.200 euro. Ai lavoratori non sono richieste garanzie patrimoniali. Il contributo straordinario è esente da interessi, spese, oneri. Alle persone che ne avranno bisogno è solamente richiesto l’impegno alla restituzione, secondo un piano personalizzato, in base alle specifiche esigenze, nell’arco di 18 mesi dalla data di ultima erogazione del contributo. Il contributo straordinario potrà essere erogato a rate o in unica soluzione, in base alle necessità del richiedente.
Nel caso in cui il richiedente permanga nella situazione di disoccupazione, il contributo potrà essere restituito al Comune nel momento in cui la situazione occupazionale e redittuale del richiedente lo consentirà. Ai richiedenti è richiesto però un impegno morale verso la collettività di Conselve, finalizzato alla restituzione delle somme ricevute, per rendere disponibili ulteriori risorse da destinare ad altre situazioni di disagio economico. L’Amministrazione si è impegnata stanziando a favore del Fondo una prima tranche di 40.000 euro derivanti dalla parziale applicazione dell’avanzo di amministrazione 2008. “Il Comune di Este, città di ben maggiori dimensioni di Conselve ne ha stanziati 50.000, per rendere l’idea di quale è il nostro impegno. – conclude l’assessore De Nicola — In ogni caso apriremo un confronto con chi opera sul territorio e a contatto dei lavoratori per mettere a punto gli eventuali aggiustamenti che permettano a chi ne ha bisogno di accedere a questa forma di aiuto. L’idea è nata proprio con lo scopo di dare il nostro contributo a favore delle famiglie conselvane”.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento