Stop al progetto piscina

Un “Progetto Comune per Tribano, Olmo e San Luca”, la lista vincitrice guidata da Piergiovanni Argenton ce l’ha sempre avuto e proprio a poche settimane dalla vittoria ha voluto mettere vistosi paletti nelle scelte che condizioneranno la vita amministrativa dei prossimi cinque anni. Il primo passo è stato quello di autotassare ciascun componente della giunta che verserà così il 20% dei suoi compensi in un fondo di solidarietà a favore delle famiglie più in difficoltà. L’idea di porsi in antitesi all’amministrazione Brasolin era palese dal programma amministrativo presentato a giugno scorso e così a chiare lettere Argenton esprime a nome di tutti la sua contrarietà alla realizzazione della piscina comunale. Un progetto davvero ambizioso che aveva inorgoglito l’amministrazione precedente, portando avanti in fretta l’iter burocratico, tanto che l’opera potrebbe partire a breve.
“Non è una novità – spiega Argenton – che il nostro gruppo ha sempre manifestato forti perplessità sulla reale necessità di costruire un complesso natatorio di questo tipo a Tribano. Segnalo che il progetto che ereditiamo dalla giunta precedente prevede oltre che la realizzazione di un centro ludico natatorio anche di un impianto di teleriscaldamento”. Costo complessivo dell’opera un milione e duecento mila euro, certo non poco per una Comunità di poco più di 4500 abitanti. Allo stato attuale la ditta appaltatrice potrebbe iniziare i lavori già domani. Che fare allora? Dare lo stop alla ditta potrebbe significare per il comune dover pagare una penale alquanto salata alla ditta: “Ci siamo tutelati nominando un legale, che sta seguendo tutta la pratica per vedere se è possibile in qualche modo fermare l’intervento o se invece saremo costretti ad assistere impassibili alla realizzazione di un’opera che poca o scarsa utilità avrebbe a Tribano”. Entro fine settembre si saprà come andrà a finire la faccenda. Per ora l’amministrazione tiene (si fa per dire) occupata la ditta nel cantiere aperto delle scuole medie dove sta per essere realizzata una nuova segreteria direzionale e la nuova area mensa (opere già programmate dalla giunta precedente). Nel contempo si opererà per eliminare lo pseudo anfiteatro presente nell’androne, che ha sempre creato delle notevoli difficoltà d’utilizzo. L’area sarà livellata e saranno creati nuovi spazi a utilizzo delle attività didattiche. Massima attenzione per la scuola e i ragazzi è stata dimostrata anche nella scelta dell’investimento dell’avanzo di bilancio che, dopo aver subito un notevole decurtamento per integrare le spese di personale, è stato sostanzialmente ripartito tra associazioni, scuola e attività culturali (22 mila euro per Polisportiva e Pro Loco, 6 mila euro per il trasporto scolastico della scuola materna, 14 mila per le attività estive, 7 mila per l’assistenza scolastica, 4 mila per la Protezione Civile, altri ancora per attività culturali). Non sono mancati i primi interventi per la messa in sicurezza del centro cittadino con il posizionamento di alcuni paletti a tutela dei pedoni. Dal 1 ottobre ci sarà anche un nuovo segretario comunale che sarà sempre in convenzione con un altro Comune.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento