sr 10 prima di tutto

Il problema del traffico nella statale Adriatica tiene banco ormai da molti anni. I mezzi pesanti rendono un vero calvario il tratto tra Monselice e Montagnana. Ma il progetto della Sr 10 ha dato nuove speranze agli automobilisti. Nelle ultime settimane spostarsi da Este a Monselice era diventato quasi impossibile a causa dei lavori nelle rotonde e nei vari incroci.
Intanto dalla Provincia arriva una rassicurazione: la Sr 10 è una priorità. L’assessore provinciale alla viabilità Roberto Marcato ha fatto sapere che “la Regionale 10 saprà dare vigore al tessuto economico locale ed è quindi tra i primi punti del programma di governo”. La strada dovrebbe quindi arrivare fino a Santa Margherita e al futuro casella della Valdastico Sud. Una manna dal cielo che darebbe una nuova vita agli spostamenti tra i paesi della bassa.
Al momento, una possibile data di fine dei lavori potrebbe essere il 2012, salvo ovviamente complicazioni, soprattutto di tipo economico. Per ora il cantiere è fermo a Carceri, ma il prossimo anno dovrebbero ripartire. Tutto dipenderà dalla Valutazione di Impatto Ambientale che servirà per rendere esecutivo il progetto. Bisognerà quindi attendere le valutazioni delle istituzioni, delle categorie e dei cittadini. Il secondo problema è invece economico: per arrivare fino a Legnago servirebbero circa 210 milioni di euro, una cifra di cui la Provincia non può assolutamente disporre. Per questo la soluzione potrebbe essere il finanziamento tramite “project financing”. In questo modo la strada diventerebbe a pagamento solo per i non residenti. Di certo serve una soluzione al più presto visto che la situazione viaria della bassa sta diventando sempre più complessa. La realizzazione del nuovo palazzetto sportivo di Schiavonia e il futuro Ospedale Unico, potrebbero portare il traffico a livelli insostenibili.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento