“Opere attese da troppo”

Il capogruppo della lista civica Cambiare Cavarzere e Paolo Andreotto dello stesso gruppo politico hanno richiamato l’attenzione sulla nuova stazione delle autocorriere e sul relativo parcheggio per la realizzazione dei quali è stato siglato un accordo, nello scorso febbraio, tra Regione, Provincia, Comune e Actv . Nel loro appello, rivolto direttamente al sindaco Parisotto e alla giunta, i due esponenti della politica cavarzerana lamentano i troppi ritardi nella realizzazione di queste importanti infrastrutture e chiedono che finalmente si proceda all’avvio dei lavori, chiesti insistentemente dai cittadini.
“Da troppi anni — scrivono Renato Belloni e Andreotto — queste opere, che avrebbero reso molto più semplice la vita dei cittadini, non sono tenute nella giusta considerazione da parte degli amministratori. Le maggioranze guidate dal sindaco Parisotto — proseguono — hanno preso più volte l’impegno di risolvere in maniera definitiva i problemi creati dal frequente passaggio giornaliero degli autobus lungo le vie del centro”. L’intervento dei due esponenti della lista civica prosegue ricordando l’impegno del proprio gruppo politico per questa e altre opere, sottolineando che la lista civica Cambiare Cavarzere ha “incalzato a più riprese il sindaco e l’assessore competente perché si realizzasse ciò che era previsto dal programma”. Infine Belloni e Andreotto hanno rivolto un invito a chiarire le responsabilità del ritardo nella realizzazione del progetto al sindaco e alla giunta. “Il sindaco e la giunta — hanno concluso — si giustifichino nei confronti di quei cittadini che, pur avendo subito notevoli disagi e danni ai loro immobili, non hanno aperto alcun contenzioso con l’amministrazione”.

NICLA SGUOTTI

Parisotto respinge le accuse al mittente
Non si è fatta attendere la replica del primo cittadino cavarzerano Pierluigi Parisotto, il quale ha reso noto che il progetto in questione, realizzato tenendo conto delle esigenze dei soggetti interessati, è praticamente ultimato e tra breve partiranno espropri, gara d’appalto e lavori. Tale progetto, che ha ottenuto parere favorevole da parte della Soprintendenza ai Beni architettonici, prevede un investimento di più di un milione di euro e si realizzerà grazie a un accordo, siglato lo scorso febbraio, tra Regione, Provincia, Comune e Actv.
Il sindaco passa poi al contrattacco evidenziando la propria versione sulla responsabilità dei ritardi alla soluzione dei disagi causati dal traffico di autobus per il centro. “Se sono passati troppi anni per la realizzazione di quest’opera — ha affermato — il professor Belloni farebbe bene a ricordarsi che nel 2003 eravamo arrivati a una soluzione più che accettabile, per una spesa di 600mila euro, con il parcheggio previsto nell’ex macello e la stazione al posto dell’ex pesa pubblica di fronte al campo di calcio Di Rorai. Ma lo stesso Belloni — prosegue Parisotto — incalzato dalle minoranze e sollecitato da alcune famiglie confinanti preoccupate di eventuali rumori, fece retromarcia dopo che gli era stato spiegato che tutto era perfettamente in regola”. Il sindaco prosegue ricordando i successivi sviluppi della questione e la ripresa della trattativa con Regione, Provincia e Actv dopo la rielezione nel 2006 fino alla stesura dell’accordo di febbraio. “Sindaco e giunta non devono giustificarsi per nulla coi cittadini — conclude — se non informarli dell’imminente risoluzione del problema che, se tutto fosse andato secondo il progetto iniziale, avrebbe potuto risolversi già diversi anni fa e con una spesa di molto inferiore”.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento