I lavori procedono ma c’è chi non è soddisfatto

Il nuovo Corso del Popolo piace molto ai rodigini. Ai commercianti un po’ meno. Nonostante la prima parte del Corso sia ormai quasi stata ultimata e dopo mesi di progetti, cantieri e polemiche, si possa già ammirarne il primo stralcio completato, c’è ancora chi tra i negozi del centro di Rovigo non è soddisfatto. Lavori troppo lenti, previsioni sbagliate, diminuzione dei clienti: queste le motivazioni che hanno portato un gruppo di commercianti ad unirsi in un Comitato, per protestare con l’amministrazione sui lavori di riqualificazione dell’importante via cittadina.
L’assessore Azzalin, addetto ai lavori pubblici, dichiara che, al massimo per le festività Natalizie, i lavori saranno completati e che bisogna solamente avere pazienza. Le polemiche non sembrano comunque placarsi. Abbiamo ascoltato l’assessore e un portavoce dei commercianti, che ci hanno spiegato la base della questione.

Il Comitato di protesta formato da alcuni commercianti: “Interventi senza adeguata organizzazione”

Polemiche e proteste da parte dei titolari di esercizi commerciali del centro storico che contestano la gestione dei lavori di riqualificazione di Corso del Popolo. I lavori, hanno infatti danneggiato una buona fetta del comparto economico-commerciale della città. Abbiamo intervistato alcuni commercianti del Corso, che hanno preferito non rivelare la singola identità, in quanto facenti parte di un Comitato di protesta, tutelato da un legale, che mira ad avere risposte concrete dall’amministrazione circa una migliore pianificazione dei lavori.
Perché state protestando? In fondo si sta procedendo a una rinascita del centro storico…
“Noi non abbiamo nulla contro la riqualificazione del Corso, anzi abbiamo sempre cercato di essere più disponibili possibile. Le richieste che avanziamo sono a favore della città e di tutti coloro che intendono accedere al capoluogo, e in queste condizioni non possiamo che protestare perché si stanno facendo interventi senza una organizzazione adeguata.
In questi giorni sono chiuse anche due delle maggiori direttrici cittadine: via Tre martiri, viali della Pace e Oroboni, e via Fuà Fusinato. In via Tre martiri è stata bloccata completamente la circolazione nel tratto compreso tra via De Polzer e l’incrocio con le altre tre strade. La circolazione dei residenti e dei nostri clienti è poco agevole e questo solo a causa di disorganizzazione nei lavori”.
Quindi non erano interventi necessari per riqualificare il Corso?
“Secondo noi questi interventi, che sicuramente sono necessari, possono essere eseguiti con una maggior organizzazione e senza le improvvisazioni a cui stiamo assistendo. Ci aspettavamo un trattamento diverso, i comportamenti messi in atto dall’amministrazione non sono quelli promessi e noi ci sentiamo danneggiati. Per questo abbiamo organizzato un comitato e siamo protetti legalmente da un legale, l’avvocato Brusaferro”.

Graziano Azzalin: “Il corso sarà transitabile entro Natale per i pedoni”

Graziano Azzalin, assessore ai lavori pubblici del Comune di Rovigo, risponde alle polemiche innescate dai commercianti per i lavori sul Corso del Popolo. Entro Natale, grazie anche all’aumento dei ritmi di lavoro, le operazioni sul Corso saranno terminate. Nonostante, dunque, il ritardo accumulato a causa del maltempo e della momentanea sospensione degli scavi, tutto sembra essere ripreso nel verso giusto.
Quando riprenderanno i lavori sul Corso del Popolo?
“Dopo la pausa per il raduno degli alpini, hanno ripreso i lavori senza interruzioni fino al ponte dell’Immacolata.
Il nostro impegno è di arrivare a questo appuntamento con l’ultimazione del tratto da via Battisti a via Laurenti e con la posa del massetto nell’ultima parte del Corso che arriva sino a piazza Matteotti”.
Quindi, per Natale, dovrebbe essere tutto sistemato?
“Per le festività natalizie anche il terminale del Corso sarà fruibile e transitabile nella parte pedonale. Ovvio che non potranno ancora passare auto. E’ ragionevole essere ottimisti sul rispetto dei termini contrattuali previsti per febbraio, anche perché dopo le festività si terminerà con la pavimentazione anche da via Trento a piazza Matteotti”.
E delle polemiche sollevate dai commercianti che ne pensa?
“Ognuno ha le proprie ragioni, ma io penso che tutto stia procedendo secondo i programmi e che si possa continuare a lavorare a ritmo spedito. Come concordato anche con il Sindaco, questo sarà possibile grazie al prolungamento dei turni di lavoro delle maestranze delle ditte che stanno eseguendo l’intervento, che non si fermeranno nemmeno il sabato e la domenica. Il nuovo Corso sta ottenendo ottimi gradimenti da parte dei cittadini e lo stupore che ne provoca è sotto gli occhi di tutti”.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento