La rivoluzione viaria, sperimentazione di sei mesi

Rivoluzione nella viabilità di Sottomarina dal 25 agosto scorso. Nella zona cosiddetta di “Borgo Nuovo” sono stati modificati sensi unici ed incroci.
Dopo le proteste, i cortei e i vari ripensamenti, il piano di riordino della viabilità per la zona centrale di Sottomarina è entrato in vigore con l’inversione dei sensi unici in via Madonna Marina, Santo Spirito, Ionio, Polo, del Boschetto, il ritorno del doppio senso in viale Tirreno, la zona a traffico limitato in vicolo Belfiore e l’eliminazione del semaforo all’incrocio del Santo Spirito. La rivoluzione viaria avrà una sperimentazione di 6 mesi per testare i benefici sulla fluidità del traffico e poi l’amministrazione deciderà se mantenere i cambiamenti o ritornare sui propri passi. Il piano di riordino è stato deciso in Giunta con una prima delibera a marzo, che ha acceso molte polemiche, e con una seconda, definitiva, il 30 giugno.
A dar battaglia per 2 mesi sono stati i residenti e i commercianti di via Madonna Marina che non volevano saperne dell’inversione del senso di marcia ipotizzando forti ricadute negative sull’attività dei negozi. In altre vie, come Belfiore, Santo Spirito e Polo, i cambiamenti invece sembravano attesi per risolvere alcuni problemi di traffico. Malgrado tutte le proteste, la Giunta ha proseguito dritta invocando la necessità di sperimentare alcune modifiche che consentano un miglioramento della circolazione. Il tratto nord di via Madonna Marina, dal distributore Esso alla chiesa del Santo Spirito, ha invertito il senso, ora è percorribile in direzione nord-sud. E’ sparito il semaforo e via Santo Spirito ha invertito il senso, con circolazione ovest-est. Chi proviene dall’ospedale all’altezza della chiesa ha l’obbligo di girare a destra.
Chi proviene dal centro non deve più girare in via del Boschetto che ha cambiato senso, con percorrenza sud-nord, ed è stata affiancata da un percorso pedonale protetto. Vicolo Belfiore è transitabile solo dai frontisti, con direzione sud-nord come prima. Viale Ionio ha cambiato senso, con percorrenza ovest-est. Chi la raggiunge da via Zeno deve girare obbligatoriamente a destra. Via Polo, da viale Ionio a Tirreno, ha cambiato senso, con percorrenza sud-nord. Il tratto di viale Tirreno, da via Polo a Boschetto, è tornato a doppio senso di circolazione.
“La sperimentazione — spiega il comandante della polizia locale, Michele Tiozzo — è stata pensata a cavallo tra la stagione turistica, evitando la concomitanza con i grandi eventi ferragostani, e l’autunno per valutarne gli effetti sul flusso turistico e sui residenti. Nei primi giorni abbiamo dislocato molti agenti negli incroci e nei punti critici per aiutare gli automobilisti a prendere confidenza con i cambiamenti. Raccomandiamo a tutti la massima attenzione per la nuova segnaletica per evitare spiacevoli inconvenienti ed incidenti dovuti alla forza dell’abitudine”.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento