Pioggia di ricorsi contro il casello di Albarea

Tre ricorsi in pochi giorni contro il progetto per costruire ad Albarea il nuovo casello autostradale sull’A4. Ad effettuarlo è stato il Coordinamento dei Comitati della Riviera e del Miranese, il comitato “Comitato Cittadino spontaneo per la tutela del Graticolato di Pianiga” e i Comitati Uniti di Mirano e l’associazione Mirano Condivisa. I comitati sostengono che la decisione di lasciare la barriera a Villabona era già stata presa nel novembre 2007. “Esiste una lettera — spiegano Adone Doni e Mattia Donadel — che il commissario Vernizzi scrisse il 5 novembre 2007 alla società Passante di Mestre e al responsabile unico del procedimento, Giuseppe Fasiol, nella quale conferma la volontà di mantenere l’attuale Barriera Venezia Ovest in località Villabona”. I comitati proseguono nella loro accusa. “Il contenuto della lettera — continuano – viene ratificato da Vernizzi con il decreto 72/2008 che approva un nuovo progetto esecutivo che non prevede l’arretramento della barriera a Dolo. Desta perplessità che il comunicato stampa della Regione Veneto n. 1104 del 7 luglio 2008 (8 mesi dopo che Vernizzi comunicava il mantenimento della barriera a Villabona), emesso in occasione dell’apertura del casello di Vetrego, definisca il nuovo casello come provvisorio in attesa della realizzazione della nuova barriera di Venezia Ovest”. Nell’esposto viene contestato proprio il decreto 72/2008, “In questa occasione il commissario Vernizzi ha adottato una variante sostanziale al progetto definitivo del Passante, già approvato da lui stesso con decreto 12/2004 e dal Cipe con delibera 80/2003. Inoltre il Presidente del Consiglio dei Ministri, che aveva prorogato lo stato di emergenza fino al 30 novembre 2009, limitava l’attività del Commissario ad assicurare il completamento delle iniziative intraprese, non per apportare modifiche sostanziali come quelle da noi evidenziate o come il nuovo casello di Albarea”. Proprio per contrastare il progetto sono state molte le osservazioni presentate, la data di consegnare ultima era il 22 settembre, e che saranno studiate dai proponenti e dalla Regione. Anche i comuni di Dolo, Pianiga, Fiesso e Mirano hanno presentato le loro osservazioni che sono state approvate durante dei consigli comunali straordari convocati apposta per la questione.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento