Raddoppia il parcheggio Alessi

A poche settimane di distanza dall’apertura del nuovo parcheggio di via Principe Umberto, l’amministrazione comunale di Este svela le carte di un altro ambizioso progetto. La città ha fame di posti auto e la giunta ha quindi deciso di ampliare l’area di parcheggio già esistente in via Isidoro Alessi. Attualmente il parking via Alessi, il più vicino rispetto all’ospedale atestino, può ospitare 156 automobili su 4 mila mq di terreno. Con il nuovo intervento, la città potrà contare su altri 237 posti auto: l’area arriverà a contenere dunque quasi 400 vetture su una superficie totale di ben 10 mila mq.
Tra acquisizione e lavori, il Comune dovrà impegnare 2.700.000 euro, che potrebbero essere coperti quasi interamente da fondi europei e Cipe. L’obiettivo è di avviare a breve un primo stralcio di lavori da 600.000 euro, consegnando entro il 2010 almeno i primi 150 posti. L’ultimo tassello dell’ambizioso progetto riguarda l’acquisto dell’area, ora di proprietà della famiglia Travetti. La stessa proprietà era titolare della porzione di parcheggio già attiva.
Il rinnovato parcheggio diverrà anche punto strategico per le strategie turistiche della cittadina. L’area di via Alessi è infatti di estremo pregio archeologico (nel 1975 fu trovata la domus romana dei Signini): l’idea progettuale è quella di realizzare delle vere e proprie teche che danno sugli scavi sotterranei, in modo da realizzare in questo punto un “primo museo” atestino. Un buon biglietto da visita, dunque, per la città e i suoi preziosi tesori.
L’entrata del parcheggio sarà prevista su via Alessi, mentre l’uscita sarà con ogni probabilità su via Salute.
“Chiunque arriverà in questo parcheggio capirà di essere in una città storica – conferma Giancarlo Piva – sia perché si troverà attorniato da queste straordinarie testimonianze del passato, sia perché questa particolare zona di Este si pone come speciale punto di comunicazione tra i vari siti archeologici cittadini”.
Il parcheggio di via Alessi andrà infatti collegare il Museo Nazionale Atestino, l’area di scavi di via S. Stefano, quella dell’Olmo e quella Albrizzi. Come già avvenuto con il parking di via Principe Umberto, l’area di sosta sarà trasformata anche in angolo verde: è infatti prevista la piantumazione di numerose piante e di parecchi alberi. In progetto ci sono anche i posti riservati ai camper.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento