Sociale, i fondi ci sono

Sono bastati pochi mesi di insediamento perché la nuova amministrazione guidata da Piergiovanni Argenton potesse fare un quadro abbastanza chiaro della situazione in cui versa il comune di Tribano. La situazione di bilancio viene definita senza via di scampo, con una liquidità molto scarsa, visti i numerosi mutui contratti dalla precedente amministrazione e ora in essere.
L’assessore ai servizi sociali, Luisa Betto, già esperta per professione di politiche sociali e familiari, dice che al di là di tutto “si ritiene molto soddisfatta per essere riuscita a trattenere con i denti le risorse trovate” che le permetteranno così di garantire i servizi per la popolazione.
Tra i primi servizi ad essere assicurati va ricordato il trasporto scolastico che è ora effettuato in via sperimentale con un ritorno separato tra scuola primaria e scuola secondaria. Ne deriva che alle 12.45 vengono riaccompagnati a casa i bambini delle elementari, mentre in maniera più agevole, alle 13.15 parte il pullman per gli alunni delle medie. Lo stesso assessorato al sociale è riuscito a reperire i finanziamenti per il doposcuola comunale e per i soggiorni climatici per gli anziani.
Da subito la Betto ha manifestato l’intenzione di destinare parecchio sostegno alle famiglie dei residenti che abbiamo figli a carico: “Questi non sono tempi in cui ci si possa permettere di elargire aiuti a tutti in maniera indistinta. Gli aiuti e quindi i buoni vanno seriamente legati ai bisogni reali. E’ per questo che ci si deve sempre e solo basare sulla posizione Isee”. Un altro ambito che l’assessorato al sociale si impegnerà a valorizzare è legato al volontariato. Per questo si cercherà una collaborazione più fattiva con tutte le associazioni comunali senza fini di lucro che operano a Tribano. A tal fine si andrà così a rinnovare la convenzione con l’Auser, convenzione scaduta nelle settimane scorse. Ai volontari dell’Auser la Betto chiederà un potenziamento sistematico del trasporto delle persone in difficoltà, garantendo la copertura anche nelle ore pomeridiane, assicurando così un aiuto concreto a quelle famiglie con individui colpiti da patologie gravi e delicate.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento