Viabilità, ecco tutte le novità

Si preannunciano molte novità a livello viario, da qui a poco tempo, per la viabilità di Noale. Ancora pochi mesi e il primo tratto della variante alla 515 potrà essere aperto al traffico, mentre il bando per il collegamento tra via Mestrina e via Volta a Scorzè è già stato avviato. Inoltre la giunta di Michele Celeghin, tra i primi provvedimenti presi, c’è stata l’apertura della bretella di Capitelmozzo, almeno per le sole auto, per sgravare il centro storico dal traffico. Con la fine dell’estate, si dovrebbero vedere i primi effetti di questa scelta, dopo che il precedente governo cittadino l’aveva tenuta chiusa. Intanto i lavori della variante alla 515 vanno avanti. Dopo la posa delle travi del viadotto in cemento armato e ferro lungo 550 metri, ci vorrà ancora un po’ di tempo per finire del tutto. Il tratto dalla rotonda di via Villatega a via Ferrara è ormai fatto e una volta terminato il segmento Pacinotti-Mestrina, si potranno iniziare i lavori di costruzione del sottopasso ferroviario sulla stessa via Mestrina. Gli operai della ditta Brussi contano di aprire questo cantiere a inizio 2010 per completarlo in sei mesi. Alla fine giugno dell’anno prossimo, infatti, tutte le opere dovranno essere consegnate. Per quanto riguarda i lavori del secondo lotto del primo stralcio, il bando è stato pubblicato nella Gazzetta ufficiale della Comunità Europea. Dopo le polemiche degli anni scorsi, è stata messa la parola fine sulla vicenda, che vedrà la strada passare a Nord della centrale elettrica, così come previsto dal progetto approvato, anche se Scorzè ha presentato una serie di osservazioni al progetto per mitigare il più possibile l’impatto ambientale sul suo territorio e consentire ai residenti. Della cosa si era interessata persino “Striscia la notizia”, che in un paio di occasioni era giunta con i suoi inviati a Noale per sapere come mai continuava a restare chiuso. Invece ora è aperto al traffico, seppur quello leggero. Per i camion, invece si dovrà aspettare ancora un po’. Stiamo parlando del sottopasso di via Valsugana a Cappelletta, che Celeghin ha deciso di consentire di aprire al traffico leggero, mentre la bretella di collegamento di Capitelmozzo è transitabile solo in direzione via Valsugana e non viceversa. In sostanza, le auto che viaggiano sulla Noalese, possono immettersi sulla nuova bretella solo se diretti verso Cappelletta o via Valsugana. Per le biciclette, invece, c’è il divieto di transito in entrambi i sensi di marcia nel sottopasso veicolare e per questo devono percorrere il vecchio sedime stradale. Viceversa, per gli automobilisti che arrivano da via Valsugana, possono immettersi nel sottopasso ma una volta risaliti, nella rotonda, potranno solo proseguire in direzione Cappelletta e non svoltare a destra e viaggiare sulla nuova bretella che la collega alla Noalese. Con l’aumento del traffico in autunno-inverno, la giunta conta in questo modo di rendere più snello il traffico sulla regionale e abbassare i limiti di smog.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento