Intervento da 100 milioni

E’ tutto pronto per il “revamping”. Non si tratta di qualche arcano sortilegio. Stiamo parlando del complesso progetto di ristrutturazione industriale messo in piedi da Italcementi per lo stabilimento di Monselice. In tutto costerà oltre 100 milioni di euro di investimento. L’obiettivo è ottenere un abbattimento delle emissioni inquinanti fino al 50%. Ma cosa ancora più importante, la certezza di salvare centinaia di posti di lavoro. Il progetto quindi dovrebbe assicurare la permanenza del colosso Italcementi all’ombra della Rocca. Se il revamping andrà in porto, i lavori potrebbero partire già nell’aprile del 2010 e finire nel 2011. Gli attuali tre forni, ormai obsoleti, sarebbero sostituiti da un forno solo, con una tecnologia all’avanguardia per abbattere più polveri. Inoltre si potrebbe mantenere lo stesso livello occupazionale anche durante i lavori senza ricorso alla cassa integrazione. Addirittura, ci potrebbero essere 200-300 posti di lavoro in più durante l’esecuzione dei lavori. Il progetto non ha nessun collegamento dei temuti Cdr. Ma restano da sanare due condizioni importanti. La cava di Orgiano è il primo problema. Serve infatti, una proroga della cava per 20-25 anni e la richiesta coinvolgerà l’amministrazione locale e la Regione Veneto. L’altra condizione è l’autorizzazione della Provincia per l’impatto ambientale del nuovo camino, che sarebbe molto alto.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento