Droga è invasione, sempre più arresti

In Riviera del Brenta aumentano gli arresti, vanno a segno una raffica di operazioni antidroga con tantissimo stupefacente sequestrato, stabili i furti, anche se in leggero aumento, mentre diminuisce leggermente la somma complessiva dei reati. Questo il bilancio dell’attività dei carabinieri fornito dalla Compagnia dei carabinieri di Chioggia ha la propria competenza oltre che sui comuni di Chioggia, Cavarzere e Cona, anche su 9 dei 10 comuni del comprensorio della Riviera. Cioè sui comuni di Campagna Lupia, Campolongo Maggiore, Camponogara, Stra’, Fiesso D’Artico, Dolo, Pianiga, Fosso’ e Vigonovo.
Solo il comune di Mira fa capo al Comando Compagnia di Mestre. Ma veniamo ai dati. Il 2009 registra una diminuzione complessiva dei reati passati da 5102 (dei quali 1465 con autori noti nel 2008) a 5052 (dei quali 1352 con autori noti nel 2009). Per il Comando Compagnia le persone arrestate sono aumentate del 25% passando da 161 del 2008 a 201 nel 2009 mentre quelle denunciate in stato di liberta’ erano 1426 nel 2008 e ora sono 1383 nel 2009. Rimangono pressoche’ invariati invece i furti anche se in aumento: erano 2464 dei quali 88 con autori noti nel 2008, sono 2530, 95 quelli con autori noti nel 2009.
Un bel segnale invece arriva sul versante delle rapine che diminuiscono drasticamente. Passano da 23 delle quali 11 si sono scoperti i banditi nel 2009 a 14 di cui 8 con autori noti.
Ma è il problema droga la piaga dolente, soprattutto in Riviera. A specializzarsi nel contrasto allo spaccio e al traffico di stupefacenti è stata durante quest’ultimo anno soprattutto la Tenenza di Dolo.
Il fenomeno è molto preoccupante perché c’è la sensazione che a controllare il traffico non siano piccole bande di sprovveduti, ma organizzazioni criminali complesse che potrebbero essersi saldate in Riviera con vecchi spezzoni della Mala del Brenta.
Ma veniamo ai dati. Nel 2009 si e’ registrato un incremento notevole dei sequestri di droga. Si è sequestrato: un chilo di cocaina, mezzo chilo di eroina, 3,8 chili di hashish e tre chili di marijuana. Sono stati messi in carcere anche decine di spacciatori che rifornivano di droga anche molti minorenni vendendola a prezzi stracciati. Infine la sicurezza sulla strada.
Per quanto riguarda il settore della circolazione stradale, sono state elevate 1768 contravvenzioni, delle quali 121 per guida in stato di ebbrezza e 12 per guida sotto l’influenza di sostanze stupefacenti. Sono state ritirate 202 patenti di guida e sequestrati 136 autoveicoli. L’obiettivo per il 2010, secondo il comandante della Compagnia di Chioggia Antonello Sini e’ quello di “mantenere questo standard elevato di risultati e se possibile incrementarlo, cercando una proiezione esterna dei reparti e vicinanza al cittadino maggiori”.
Fra i risultati più brillanti raggiunti dai carabinieri in quest’area c’è quello inerente il sequestro di un arsenale di armi appartenenti alla Mala del Brenta e ritrovati verso la fine del 2009 sotterrate lungo un argine a Fiesso D’Artico.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento

Droga è invasione, sempre più arresti

In Riviera del Brenta aumentano gli arresti, vanno a segno una raffica di operazioni antidroga con tantissimo stupefacente sequestrato, stabili i furti, anche se in leggero aumento, mentre diminuisce leggermente la somma complessiva dei reati. Questo il bilancio dell’attività dei carabinieri fornito dalla Compagnia dei carabinieri di Chioggia ha la propria competenza oltre che sui comuni di Chioggia, Cavarzere e Cona, anche su 9 dei 10 comuni del comprensorio della Riviera. Cioè sui comuni di Campagna Lupia, Campolongo Maggiore, Camponogara, Stra’, Fiesso D’Artico, Dolo, Pianiga, Fosso’ e Vigonovo.
Solo il comune di Mira fa capo al Comando Compagnia di Mestre. Ma veniamo ai dati. Il 2009 registra una diminuzione complessiva dei reati passati da 5102 (dei quali 1465 con autori noti nel 2008) a 5052 (dei quali 1352 con autori noti nel 2009). Per il Comando Compagnia le persone arrestate sono aumentate del 25% passando da 161 del 2008 a 201 nel 2009 mentre quelle denunciate in stato di liberta’ erano 1426 nel 2008 e ora sono 1383 nel 2009. Rimangono pressoche’ invariati invece i furti anche se in aumento: erano 2464 dei quali 88 con autori noti nel 2008, sono 2530, 95 quelli con autori noti nel 2009.
Un bel segnale invece arriva sul versante delle rapine che diminuiscono drasticamente. Passano da 23 delle quali 11 si sono scoperti i banditi nel 2009 a 14 di cui 8 con autori noti.
Ma è il problema droga la piaga dolente, soprattutto in Riviera. A specializzarsi nel contrasto allo spaccio e al traffico di stupefacenti è stata durante quest’ultimo anno soprattutto la Tenenza di Dolo.
Il fenomeno è molto preoccupante perché c’è la sensazione che a controllare il traffico non siano piccole bande di sprovveduti, ma organizzazioni criminali complesse che potrebbero essersi saldate in Riviera con vecchi spezzoni della Mala del Brenta.
Ma veniamo ai dati. Nel 2009 si e’ registrato un incremento notevole dei sequestri di droga. Si è sequestrato: un chilo di cocaina, mezzo chilo di eroina, 3,8 chili di hashish e tre chili di marijuana. Sono stati messi in carcere anche decine di spacciatori che rifornivano di droga anche molti minorenni vendendola a prezzi stracciati. Infine la sicurezza sulla strada.
Per quanto riguarda il settore della circolazione stradale, sono state elevate 1768 contravvenzioni, delle quali 121 per guida in stato di ebbrezza e 12 per guida sotto l’influenza di sostanze stupefacenti. Sono state ritirate 202 patenti di guida e sequestrati 136 autoveicoli. L’obiettivo per il 2010, secondo il comandante della Compagnia di Chioggia Antonello Sini e’ quello di “mantenere questo standard elevato di risultati e se possibile incrementarlo, cercando una proiezione esterna dei reparti e vicinanza al cittadino maggiori”.
Fra i risultati più brillanti raggiunti dai carabinieri in quest’area c’è quello inerente il sequestro di un arsenale di armi appartenenti alla Mala del Brenta e ritrovati verso la fine del 2009 sotterrate lungo un argine a Fiesso D’Artico.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento

Droga è invasione, sempre più arresti

In Riviera del Brenta aumentano gli arresti, vanno a segno una raffica di operazioni antidroga con tantissimo stupefacente sequestrato, stabili i furti, anche se in leggero aumento, mentre diminuisce leggermente la somma complessiva dei reati. Questo il bilancio dell’attività dei carabinieri fornito dalla Compagnia dei carabinieri di Chioggia ha la propria competenza oltre che sui comuni di Chioggia, Cavarzere e Cona, anche su 9 dei 10 comuni del comprensorio della Riviera. Cioè sui comuni di Campagna Lupia, Campolongo Maggiore, Camponogara, Stra’, Fiesso D’Artico, Dolo, Pianiga, Fosso’ e Vigonovo.
Solo il comune di Mira fa capo al Comando Compagnia di Mestre. Ma veniamo ai dati. Il 2009 registra una diminuzione complessiva dei reati passati da 5102 (dei quali 1465 con autori noti nel 2008) a 5052 (dei quali 1352 con autori noti nel 2009). Per il Comando Compagnia le persone arrestate sono aumentate del 25% passando da 161 del 2008 a 201 nel 2009 mentre quelle denunciate in stato di liberta’ erano 1426 nel 2008 e ora sono 1383 nel 2009. Rimangono pressoche’ invariati invece i furti anche se in aumento: erano 2464 dei quali 88 con autori noti nel 2008, sono 2530, 95 quelli con autori noti nel 2009.
Un bel segnale invece arriva sul versante delle rapine che diminuiscono drasticamente. Passano da 23 delle quali 11 si sono scoperti i banditi nel 2009 a 14 di cui 8 con autori noti.
Ma è il problema droga la piaga dolente, soprattutto in Riviera. A specializzarsi nel contrasto allo spaccio e al traffico di stupefacenti è stata durante quest’ultimo anno soprattutto la Tenenza di Dolo.
Il fenomeno è molto preoccupante perché c’è la sensazione che a controllare il traffico non siano piccole bande di sprovveduti, ma organizzazioni criminali complesse che potrebbero essersi saldate in Riviera con vecchi spezzoni della Mala del Brenta.
Ma veniamo ai dati. Nel 2009 si e’ registrato un incremento notevole dei sequestri di droga. Si è sequestrato: un chilo di cocaina, mezzo chilo di eroina, 3,8 chili di hashish e tre chili di marijuana. Sono stati messi in carcere anche decine di spacciatori che rifornivano di droga anche molti minorenni vendendola a prezzi stracciati. Infine la sicurezza sulla strada.
Per quanto riguarda il settore della circolazione stradale, sono state elevate 1768 contravvenzioni, delle quali 121 per guida in stato di ebbrezza e 12 per guida sotto l’influenza di sostanze stupefacenti. Sono state ritirate 202 patenti di guida e sequestrati 136 autoveicoli. L’obiettivo per il 2010, secondo il comandante della Compagnia di Chioggia Antonello Sini e’ quello di “mantenere questo standard elevato di risultati e se possibile incrementarlo, cercando una proiezione esterna dei reparti e vicinanza al cittadino maggiori”.
Fra i risultati più brillanti raggiunti dai carabinieri in quest’area c’è quello inerente il sequestro di un arsenale di armi appartenenti alla Mala del Brenta e ritrovati verso la fine del 2009 sotterrate lungo un argine a Fiesso D’Artico.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento

Droga è invasione, sempre più arresti

In Riviera del Brenta aumentano gli arresti, vanno a segno una raffica di operazioni antidroga con tantissimo stupefacente sequestrato, stabili i furti, anche se in leggero aumento, mentre diminuisce leggermente la somma complessiva dei reati. Questo il bilancio dell’attività dei carabinieri fornito dalla Compagnia dei carabinieri di Chioggia ha la propria competenza oltre che sui comuni di Chioggia, Cavarzere e Cona, anche su 9 dei 10 comuni del comprensorio della Riviera. Cioè sui comuni di Campagna Lupia, Campolongo Maggiore, Camponogara, Stra’, Fiesso D’Artico, Dolo, Pianiga, Fosso’ e Vigonovo.
Solo il comune di Mira fa capo al Comando Compagnia di Mestre. Ma veniamo ai dati. Il 2009 registra una diminuzione complessiva dei reati passati da 5102 (dei quali 1465 con autori noti nel 2008) a 5052 (dei quali 1352 con autori noti nel 2009). Per il Comando Compagnia le persone arrestate sono aumentate del 25% passando da 161 del 2008 a 201 nel 2009 mentre quelle denunciate in stato di liberta’ erano 1426 nel 2008 e ora sono 1383 nel 2009. Rimangono pressoche’ invariati invece i furti anche se in aumento: erano 2464 dei quali 88 con autori noti nel 2008, sono 2530, 95 quelli con autori noti nel 2009.
Un bel segnale invece arriva sul versante delle rapine che diminuiscono drasticamente. Passano da 23 delle quali 11 si sono scoperti i banditi nel 2009 a 14 di cui 8 con autori noti.
Ma è il problema droga la piaga dolente, soprattutto in Riviera. A specializzarsi nel contrasto allo spaccio e al traffico di stupefacenti è stata durante quest’ultimo anno soprattutto la Tenenza di Dolo.
Il fenomeno è molto preoccupante perché c’è la sensazione che a controllare il traffico non siano piccole bande di sprovveduti, ma organizzazioni criminali complesse che potrebbero essersi saldate in Riviera con vecchi spezzoni della Mala del Brenta.
Ma veniamo ai dati. Nel 2009 si e’ registrato un incremento notevole dei sequestri di droga. Si è sequestrato: un chilo di cocaina, mezzo chilo di eroina, 3,8 chili di hashish e tre chili di marijuana. Sono stati messi in carcere anche decine di spacciatori che rifornivano di droga anche molti minorenni vendendola a prezzi stracciati. Infine la sicurezza sulla strada.
Per quanto riguarda il settore della circolazione stradale, sono state elevate 1768 contravvenzioni, delle quali 121 per guida in stato di ebbrezza e 12 per guida sotto l’influenza di sostanze stupefacenti. Sono state ritirate 202 patenti di guida e sequestrati 136 autoveicoli. L’obiettivo per il 2010, secondo il comandante della Compagnia di Chioggia Antonello Sini e’ quello di “mantenere questo standard elevato di risultati e se possibile incrementarlo, cercando una proiezione esterna dei reparti e vicinanza al cittadino maggiori”.
Fra i risultati più brillanti raggiunti dai carabinieri in quest’area c’è quello inerente il sequestro di un arsenale di armi appartenenti alla Mala del Brenta e ritrovati verso la fine del 2009 sotterrate lungo un argine a Fiesso D’Artico.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento

Droga è invasione, sempre più arresti

In Riviera del Brenta aumentano gli arresti, vanno a segno una raffica di operazioni antidroga con tantissimo stupefacente sequestrato, stabili i furti, anche se in leggero aumento, mentre diminuisce leggermente la somma complessiva dei reati. Questo il bilancio dell’attività dei carabinieri fornito dalla Compagnia dei carabinieri di Chioggia ha la propria competenza oltre che sui comuni di Chioggia, Cavarzere e Cona, anche su 9 dei 10 comuni del comprensorio della Riviera. Cioè sui comuni di Campagna Lupia, Campolongo Maggiore, Camponogara, Stra’, Fiesso D’Artico, Dolo, Pianiga, Fosso’ e Vigonovo.
Solo il comune di Mira fa capo al Comando Compagnia di Mestre. Ma veniamo ai dati. Il 2009 registra una diminuzione complessiva dei reati passati da 5102 (dei quali 1465 con autori noti nel 2008) a 5052 (dei quali 1352 con autori noti nel 2009). Per il Comando Compagnia le persone arrestate sono aumentate del 25% passando da 161 del 2008 a 201 nel 2009 mentre quelle denunciate in stato di liberta’ erano 1426 nel 2008 e ora sono 1383 nel 2009. Rimangono pressoche’ invariati invece i furti anche se in aumento: erano 2464 dei quali 88 con autori noti nel 2008, sono 2530, 95 quelli con autori noti nel 2009.
Un bel segnale invece arriva sul versante delle rapine che diminuiscono drasticamente. Passano da 23 delle quali 11 si sono scoperti i banditi nel 2009 a 14 di cui 8 con autori noti.
Ma è il problema droga la piaga dolente, soprattutto in Riviera. A specializzarsi nel contrasto allo spaccio e al traffico di stupefacenti è stata durante quest’ultimo anno soprattutto la Tenenza di Dolo.
Il fenomeno è molto preoccupante perché c’è la sensazione che a controllare il traffico non siano piccole bande di sprovveduti, ma organizzazioni criminali complesse che potrebbero essersi saldate in Riviera con vecchi spezzoni della Mala del Brenta.
Ma veniamo ai dati. Nel 2009 si e’ registrato un incremento notevole dei sequestri di droga. Si è sequestrato: un chilo di cocaina, mezzo chilo di eroina, 3,8 chili di hashish e tre chili di marijuana. Sono stati messi in carcere anche decine di spacciatori che rifornivano di droga anche molti minorenni vendendola a prezzi stracciati. Infine la sicurezza sulla strada.
Per quanto riguarda il settore della circolazione stradale, sono state elevate 1768 contravvenzioni, delle quali 121 per guida in stato di ebbrezza e 12 per guida sotto l’influenza di sostanze stupefacenti. Sono state ritirate 202 patenti di guida e sequestrati 136 autoveicoli. L’obiettivo per il 2010, secondo il comandante della Compagnia di Chioggia Antonello Sini e’ quello di “mantenere questo standard elevato di risultati e se possibile incrementarlo, cercando una proiezione esterna dei reparti e vicinanza al cittadino maggiori”.
Fra i risultati più brillanti raggiunti dai carabinieri in quest’area c’è quello inerente il sequestro di un arsenale di armi appartenenti alla Mala del Brenta e ritrovati verso la fine del 2009 sotterrate lungo un argine a Fiesso D’Artico.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento