Bilancio: il Comune si attrezza per fare cassa

Una manovra complessiva di 76 milioni 393.530 euro. E’ il bilancio del Comune di Chioggia. Un bilancio che è caratterizzato, come ormai avviene da diversi anni, da una diminuzione di trasferimenti provenienti da vari enti, che costringe a fare i salti mortali per far quadrare i conti.
Ecco allora che alienazioni di proprietà comunali permetteranno di garantire un’entrata di 18 milioni di euro. La Giunta cercherà di sviluppare e consolidare le entrate certe: ad esempio i contributi per i permessi di costruire dovrebbero aggirarsi intorno ai 1.700 mila euro. Inoltre alcune tasse, come quella per l’occupazione del suolo pubblico o per la pubblicità, dovrebbero trasformarsi in canoni. Altre entrate saranno garantite dall’attività sanzionatoria di infrazioni del codice della strada o infrazioni ambientali o comportamentali, come non raccogliere le deiezioni animali.
Al fine di razionalizzare i costi, alcuni servizi come manutenzioni, pulizie, servizi informatici saranno trasferiti a Sst. Verranno quindi rinegoziati alcuni contratti, come quelli per la gestione museale, attualmente in passivo, la ristorazione scolastica e per gli anziani.
Si cercherà inoltre di incrementare le entrate straordinarie da progetti nazionali, regionali ed europei sia per gli investimenti che per la spesa corrente. Ad esempio 500.000 euro dovrebbero arrivare per la certificazione d’area della pesca, 4,5 milioni dovrebbero arrivare dall’Ue per le piste ciclabili, altri finanziamenti da un bando comunitario presentato insieme al Parco del Po e al Parco dei Colli Euganei ecc. Chioggia è ancora in corsa, ad esempio, per i 9 miliardi del social Housing.
Nel frattempo si ricercano accordi di programma con altre amministrazioni per le opere infrastrutturali come lo scavo del Lusenzo, punta Gorzone, la strada degli Orti, l’allargamento del nodo di Cavanella.
Si cercherà inoltre di aumentare le attività che generano proventi, come ad esempio i parcheggi, la pubblicità (dalla quale si dovrebbero ricavare 600.000 euro), la ricerca di sponsorizzazioni. Si cercherà infine di internalizzare in Sst alcuni servizi, come l’igiene pubblica.
Gli interventi di un certo impegno economico verranno portati avanti con finanze di progetto: ad esempio i lavori le infrastrutture sportive, l’area del cimitero, la sede dei vigili urbani e della Polizia di Stato, i parcheggi a raso e in struttura.
Un incremento di risorse sarà destinato alla promozione delle attività produttive, con 100.000 euro in più rispetto all’anno passato. Anche la struttura comunale sarà riorganizzata con nuove assunzioni di istruttori tecnici, amministrativi e agenti di polizia locale. Si dovrebbe inoltre completare la digitalizzazione dell’amministrazione.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento