Ville e appuntamenti, per la bella stagione

Cultura, paesaggi unici al mondo, eventi tradizionali e propone innovati, e la vicinanza con Venezia, Treviso e Padova. Questi sono i punti forti della Riviera che si sta tirando a lucido in vista dell’arrivo della “bella stagione” e dei turisti provenienti da tutto il mondo che ogni anno affollano le rive del Naviglio Brenta. Come ogni anno il nostro territorio propone molte e varie di opportunità per tutti i gusti e per tutte le tasche. Si parte dalla visita delle ville della Riviera partendo da villa Pisani e villa Foscarini Rossi a Stra per toccare poi villa Angeli — Ferretti e villa Badoer — Fattoretto a Dolo e le varie ville a Sambruson per spostarsi poi a Pianiga in villa Badoera, la più antica e forse poco conosciuta splendida dimora per arrivare poi in comune di Mira con villa Dei Leoni, villa Widmann Foscari, villa Valmarana per chiudere con la perla del Palladio che è villa Malcontenta. Per gli appassionati delle ville quindi c’è solo l’imbarazzo della scelta visto che sono oltre 100 le dimore della Riviera molte delle quali visitabili. Vicino alle visite c’è comunque anche la possibilità di pernottare avendo a disposizione molti alberghi, per tutte le tasche, ma anche appartamenti, bed and breakfast e l’ostello di Giare di Mira che può essere utilizzato anche da giovani che hanno pochi soldi. Chi buoni palati non mancano poi ristoranti e osterie che propongono la tradizionale cucina veneta a base di pesce e di crostacei ma non disdegnano la cucina di “terra” con carne o piatti una volta cosidetti “poveri” ma che ora sono tornati al centro dell’attenzione con prelibatezze da riscoprire. Per gli appassionati di vino c’è la possibilità anche di bere un buon bicchiere di vino Doc della Riviera prodotto dalle Cantine della Riviera del Brenta di Dolo. Non mancano poi anche le mostre come quelle ospitate in villa Foscarini — Rossi, villa Pisani, villa Widmann o all’ex Macello di Dolo, e gli eventi culturali come le rassegne teatrali dei comuni di Mira e del pool di comuni che fa capo a Dolo con la rassegna “Dolo d’estate”. Spazio poi anche alla musica con numerosi eventi lirici, classici e per i giovani come il Vigorock o le varie feste della birra. Dovrebbe tornare anche quest’anno anche il Tam Tam nel parco di Valmarana a Mira che lo scorso anno ha ottenuto un grande successo dopo alcuni anni di assenza. Altre rassegne storiche del territorio sono la Sagra di San Rocco di Dolo nel periodo di ferragosto cui si unisce l’Antica Fiera del Bestiame di Dolo in programma il 16 agosto, oppure la rassegna Stra Biologica dove sono presenti produttori biologici provenienti da tutta Italia. Per aumentare l’offerta turistica della Riviera e per sdoganarla all’estero da un paio d’anni è attivo il Git – Gruppo Imprenditori Turistici della Riviera del Brenta che vuole porre il turismo al centro dello sviluppo e delle dinamiche economico-sociali della Riviera, rivolgendo la massima attenzione alla salvaguardia delle risorse non riproducibili. Un progetto di consolidamento dell’offerta turistica dell’area che passa anche attraverso la creazione di un sito (www.rivieradelbrentaturismo.com) che è rappresentativo delle realtà turistiche, culturali ed economiche del territorio. E’ presente anche una sezione “Speciale Vacanze in Riviera” che comprende pacchetti turistici.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento

Ville e appuntamenti, per la bella stagione

Cultura, paesaggi unici al mondo, eventi tradizionali e propone innovati, e la vicinanza con Venezia, Treviso e Padova. Questi sono i punti forti della Riviera che si sta tirando a lucido in vista dell’arrivo della “bella stagione” e dei turisti provenienti da tutto il mondo che ogni anno affollano le rive del Naviglio Brenta. Come ogni anno il nostro territorio propone molte e varie di opportunità per tutti i gusti e per tutte le tasche. Si parte dalla visita delle ville della Riviera partendo da villa Pisani e villa Foscarini Rossi a Stra per toccare poi villa Angeli — Ferretti e villa Badoer — Fattoretto a Dolo e le varie ville a Sambruson per spostarsi poi a Pianiga in villa Badoera, la più antica e forse poco conosciuta splendida dimora per arrivare poi in comune di Mira con villa Dei Leoni, villa Widmann Foscari, villa Valmarana per chiudere con la perla del Palladio che è villa Malcontenta. Per gli appassionati delle ville quindi c’è solo l’imbarazzo della scelta visto che sono oltre 100 le dimore della Riviera molte delle quali visitabili. Vicino alle visite c’è comunque anche la possibilità di pernottare avendo a disposizione molti alberghi, per tutte le tasche, ma anche appartamenti, bed and breakfast e l’ostello di Giare di Mira che può essere utilizzato anche da giovani che hanno pochi soldi. Chi buoni palati non mancano poi ristoranti e osterie che propongono la tradizionale cucina veneta a base di pesce e di crostacei ma non disdegnano la cucina di “terra” con carne o piatti una volta cosidetti “poveri” ma che ora sono tornati al centro dell’attenzione con prelibatezze da riscoprire. Per gli appassionati di vino c’è la possibilità anche di bere un buon bicchiere di vino Doc della Riviera prodotto dalle Cantine della Riviera del Brenta di Dolo. Non mancano poi anche le mostre come quelle ospitate in villa Foscarini — Rossi, villa Pisani, villa Widmann o all’ex Macello di Dolo, e gli eventi culturali come le rassegne teatrali dei comuni di Mira e del pool di comuni che fa capo a Dolo con la rassegna “Dolo d’estate”. Spazio poi anche alla musica con numerosi eventi lirici, classici e per i giovani come il Vigorock o le varie feste della birra. Dovrebbe tornare anche quest’anno anche il Tam Tam nel parco di Valmarana a Mira che lo scorso anno ha ottenuto un grande successo dopo alcuni anni di assenza. Altre rassegne storiche del territorio sono la Sagra di San Rocco di Dolo nel periodo di ferragosto cui si unisce l’Antica Fiera del Bestiame di Dolo in programma il 16 agosto, oppure la rassegna Stra Biologica dove sono presenti produttori biologici provenienti da tutta Italia. Per aumentare l’offerta turistica della Riviera e per sdoganarla all’estero da un paio d’anni è attivo il Git – Gruppo Imprenditori Turistici della Riviera del Brenta che vuole porre il turismo al centro dello sviluppo e delle dinamiche economico-sociali della Riviera, rivolgendo la massima attenzione alla salvaguardia delle risorse non riproducibili. Un progetto di consolidamento dell’offerta turistica dell’area che passa anche attraverso la creazione di un sito (www.rivieradelbrentaturismo.com) che è rappresentativo delle realtà turistiche, culturali ed economiche del territorio. E’ presente anche una sezione “Speciale Vacanze in Riviera” che comprende pacchetti turistici.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento

Ville e appuntamenti, per la bella stagione

Cultura, paesaggi unici al mondo, eventi tradizionali e propone innovati, e la vicinanza con Venezia, Treviso e Padova. Questi sono i punti forti della Riviera che si sta tirando a lucido in vista dell’arrivo della “bella stagione” e dei turisti provenienti da tutto il mondo che ogni anno affollano le rive del Naviglio Brenta. Come ogni anno il nostro territorio propone molte e varie di opportunità per tutti i gusti e per tutte le tasche. Si parte dalla visita delle ville della Riviera partendo da villa Pisani e villa Foscarini Rossi a Stra per toccare poi villa Angeli — Ferretti e villa Badoer — Fattoretto a Dolo e le varie ville a Sambruson per spostarsi poi a Pianiga in villa Badoera, la più antica e forse poco conosciuta splendida dimora per arrivare poi in comune di Mira con villa Dei Leoni, villa Widmann Foscari, villa Valmarana per chiudere con la perla del Palladio che è villa Malcontenta. Per gli appassionati delle ville quindi c’è solo l’imbarazzo della scelta visto che sono oltre 100 le dimore della Riviera molte delle quali visitabili. Vicino alle visite c’è comunque anche la possibilità di pernottare avendo a disposizione molti alberghi, per tutte le tasche, ma anche appartamenti, bed and breakfast e l’ostello di Giare di Mira che può essere utilizzato anche da giovani che hanno pochi soldi. Chi buoni palati non mancano poi ristoranti e osterie che propongono la tradizionale cucina veneta a base di pesce e di crostacei ma non disdegnano la cucina di “terra” con carne o piatti una volta cosidetti “poveri” ma che ora sono tornati al centro dell’attenzione con prelibatezze da riscoprire. Per gli appassionati di vino c’è la possibilità anche di bere un buon bicchiere di vino Doc della Riviera prodotto dalle Cantine della Riviera del Brenta di Dolo. Non mancano poi anche le mostre come quelle ospitate in villa Foscarini — Rossi, villa Pisani, villa Widmann o all’ex Macello di Dolo, e gli eventi culturali come le rassegne teatrali dei comuni di Mira e del pool di comuni che fa capo a Dolo con la rassegna “Dolo d’estate”. Spazio poi anche alla musica con numerosi eventi lirici, classici e per i giovani come il Vigorock o le varie feste della birra. Dovrebbe tornare anche quest’anno anche il Tam Tam nel parco di Valmarana a Mira che lo scorso anno ha ottenuto un grande successo dopo alcuni anni di assenza. Altre rassegne storiche del territorio sono la Sagra di San Rocco di Dolo nel periodo di ferragosto cui si unisce l’Antica Fiera del Bestiame di Dolo in programma il 16 agosto, oppure la rassegna Stra Biologica dove sono presenti produttori biologici provenienti da tutta Italia. Per aumentare l’offerta turistica della Riviera e per sdoganarla all’estero da un paio d’anni è attivo il Git – Gruppo Imprenditori Turistici della Riviera del Brenta che vuole porre il turismo al centro dello sviluppo e delle dinamiche economico-sociali della Riviera, rivolgendo la massima attenzione alla salvaguardia delle risorse non riproducibili. Un progetto di consolidamento dell’offerta turistica dell’area che passa anche attraverso la creazione di un sito (www.rivieradelbrentaturismo.com) che è rappresentativo delle realtà turistiche, culturali ed economiche del territorio. E’ presente anche una sezione “Speciale Vacanze in Riviera” che comprende pacchetti turistici.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento

Ville e appuntamenti, per la bella stagione

Cultura, paesaggi unici al mondo, eventi tradizionali e propone innovati, e la vicinanza con Venezia, Treviso e Padova. Questi sono i punti forti della Riviera che si sta tirando a lucido in vista dell’arrivo della “bella stagione” e dei turisti provenienti da tutto il mondo che ogni anno affollano le rive del Naviglio Brenta. Come ogni anno il nostro territorio propone molte e varie di opportunità per tutti i gusti e per tutte le tasche. Si parte dalla visita delle ville della Riviera partendo da villa Pisani e villa Foscarini Rossi a Stra per toccare poi villa Angeli — Ferretti e villa Badoer — Fattoretto a Dolo e le varie ville a Sambruson per spostarsi poi a Pianiga in villa Badoera, la più antica e forse poco conosciuta splendida dimora per arrivare poi in comune di Mira con villa Dei Leoni, villa Widmann Foscari, villa Valmarana per chiudere con la perla del Palladio che è villa Malcontenta. Per gli appassionati delle ville quindi c’è solo l’imbarazzo della scelta visto che sono oltre 100 le dimore della Riviera molte delle quali visitabili. Vicino alle visite c’è comunque anche la possibilità di pernottare avendo a disposizione molti alberghi, per tutte le tasche, ma anche appartamenti, bed and breakfast e l’ostello di Giare di Mira che può essere utilizzato anche da giovani che hanno pochi soldi. Chi buoni palati non mancano poi ristoranti e osterie che propongono la tradizionale cucina veneta a base di pesce e di crostacei ma non disdegnano la cucina di “terra” con carne o piatti una volta cosidetti “poveri” ma che ora sono tornati al centro dell’attenzione con prelibatezze da riscoprire. Per gli appassionati di vino c’è la possibilità anche di bere un buon bicchiere di vino Doc della Riviera prodotto dalle Cantine della Riviera del Brenta di Dolo. Non mancano poi anche le mostre come quelle ospitate in villa Foscarini — Rossi, villa Pisani, villa Widmann o all’ex Macello di Dolo, e gli eventi culturali come le rassegne teatrali dei comuni di Mira e del pool di comuni che fa capo a Dolo con la rassegna “Dolo d’estate”. Spazio poi anche alla musica con numerosi eventi lirici, classici e per i giovani come il Vigorock o le varie feste della birra. Dovrebbe tornare anche quest’anno anche il Tam Tam nel parco di Valmarana a Mira che lo scorso anno ha ottenuto un grande successo dopo alcuni anni di assenza. Altre rassegne storiche del territorio sono la Sagra di San Rocco di Dolo nel periodo di ferragosto cui si unisce l’Antica Fiera del Bestiame di Dolo in programma il 16 agosto, oppure la rassegna Stra Biologica dove sono presenti produttori biologici provenienti da tutta Italia. Per aumentare l’offerta turistica della Riviera e per sdoganarla all’estero da un paio d’anni è attivo il Git – Gruppo Imprenditori Turistici della Riviera del Brenta che vuole porre il turismo al centro dello sviluppo e delle dinamiche economico-sociali della Riviera, rivolgendo la massima attenzione alla salvaguardia delle risorse non riproducibili. Un progetto di consolidamento dell’offerta turistica dell’area che passa anche attraverso la creazione di un sito (www.rivieradelbrentaturismo.com) che è rappresentativo delle realtà turistiche, culturali ed economiche del territorio. E’ presente anche una sezione “Speciale Vacanze in Riviera” che comprende pacchetti turistici.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento

Ville e appuntamenti, per la bella stagione

Cultura, paesaggi unici al mondo, eventi tradizionali e propone innovati, e la vicinanza con Venezia, Treviso e Padova. Questi sono i punti forti della Riviera che si sta tirando a lucido in vista dell’arrivo della “bella stagione” e dei turisti provenienti da tutto il mondo che ogni anno affollano le rive del Naviglio Brenta. Come ogni anno il nostro territorio propone molte e varie di opportunità per tutti i gusti e per tutte le tasche. Si parte dalla visita delle ville della Riviera partendo da villa Pisani e villa Foscarini Rossi a Stra per toccare poi villa Angeli — Ferretti e villa Badoer — Fattoretto a Dolo e le varie ville a Sambruson per spostarsi poi a Pianiga in villa Badoera, la più antica e forse poco conosciuta splendida dimora per arrivare poi in comune di Mira con villa Dei Leoni, villa Widmann Foscari, villa Valmarana per chiudere con la perla del Palladio che è villa Malcontenta. Per gli appassionati delle ville quindi c’è solo l’imbarazzo della scelta visto che sono oltre 100 le dimore della Riviera molte delle quali visitabili. Vicino alle visite c’è comunque anche la possibilità di pernottare avendo a disposizione molti alberghi, per tutte le tasche, ma anche appartamenti, bed and breakfast e l’ostello di Giare di Mira che può essere utilizzato anche da giovani che hanno pochi soldi. Chi buoni palati non mancano poi ristoranti e osterie che propongono la tradizionale cucina veneta a base di pesce e di crostacei ma non disdegnano la cucina di “terra” con carne o piatti una volta cosidetti “poveri” ma che ora sono tornati al centro dell’attenzione con prelibatezze da riscoprire. Per gli appassionati di vino c’è la possibilità anche di bere un buon bicchiere di vino Doc della Riviera prodotto dalle Cantine della Riviera del Brenta di Dolo. Non mancano poi anche le mostre come quelle ospitate in villa Foscarini — Rossi, villa Pisani, villa Widmann o all’ex Macello di Dolo, e gli eventi culturali come le rassegne teatrali dei comuni di Mira e del pool di comuni che fa capo a Dolo con la rassegna “Dolo d’estate”. Spazio poi anche alla musica con numerosi eventi lirici, classici e per i giovani come il Vigorock o le varie feste della birra. Dovrebbe tornare anche quest’anno anche il Tam Tam nel parco di Valmarana a Mira che lo scorso anno ha ottenuto un grande successo dopo alcuni anni di assenza. Altre rassegne storiche del territorio sono la Sagra di San Rocco di Dolo nel periodo di ferragosto cui si unisce l’Antica Fiera del Bestiame di Dolo in programma il 16 agosto, oppure la rassegna Stra Biologica dove sono presenti produttori biologici provenienti da tutta Italia. Per aumentare l’offerta turistica della Riviera e per sdoganarla all’estero da un paio d’anni è attivo il Git – Gruppo Imprenditori Turistici della Riviera del Brenta che vuole porre il turismo al centro dello sviluppo e delle dinamiche economico-sociali della Riviera, rivolgendo la massima attenzione alla salvaguardia delle risorse non riproducibili. Un progetto di consolidamento dell’offerta turistica dell’area che passa anche attraverso la creazione di un sito (www.rivieradelbrentaturismo.com) che è rappresentativo delle realtà turistiche, culturali ed economiche del territorio. E’ presente anche una sezione “Speciale Vacanze in Riviera” che comprende pacchetti turistici.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento