La Romea si fa più “presentabile”

Una variante al Piano Regolatore affidata allo studio Tommasello garantirà presto delle opere di mitigazione lungo la strada statale 309 Romea. In base all’articolo 47 del Piano d’Area Laguna e Area Veneziana, il Comune è tenuto a riqualificare le aree afferenti al corridoio viario dell’arteria stradale con modalità operative che tutelino la percezione visiva del contesto.
Si tratta di un progetto che non prevede nuove costruzioni ma che ha carattere puramente paesaggistico. La strada Romea, che attraversa il territorio comunale per 19 chilometri, grazie a questo piano potrà presto offrire alle auto di passaggio una nuova visione del territorio. Verranno infatti valorizzati alcuni scorci mentre le aree produttive saranno nascoste da quinte arboree. Alcuni punti panoramici poi saranno richiamati all’attenzione degli automobilisti con la creazione di piazzole di sosta.
La strada, nel territorio di Chioggia costeggia alcune bellezze naturali di non poco conto: attraversa il fiume Adige, fiancheggia la riserva di Bosco Nordio, attraversa il Brenta e l’intera laguna meridionale. Purtroppo in alcune aree la costruzione di capannoni e impianti di vario tipo (non ultimo il depuratore, pessimo biglietto da visita per chi entra in città da Occidente) hanno guastato questa risorsa, pertanto è giunto il momento di nascondere questi elementi deturpanti dietro cortine vegetali che saranno piantumate a carico dei privati.
Anche i cartelli pubblicitari, che distraggono gli automobilisti e guastano il paesaggio, saranno rimossi dalle aree vincolate.
“Quando si percorre la campagna francese o quella tedesca — spiega l’assessore Carlo Perini — le aree produttive sembrano inesistenti. In realtà sono ben mascherate e chi attraversa il territorio non ha la percezione della loro presenza. Il viaggiatore ha l’impressione di percorrere un luogo naturalmente integro. Speriamo che questo piano ci aiuti a radicare la stessa cultura del rispetto paesaggistico, visto che viviamo in un area straordinaria dal punto di vista ambientale, a due passi dal Parco del Delta del Po, attraversato dalla stessa Romea”.
Il piano, già approvato in Giunta, deve passare al vaglio del Consiglio Comunale dopo avere fornito alcune precisazioni richieste dalla Soprintendenza.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento