Servono più aiuti alle persone

Il protrarsi della crisi ha aumentato il numero delle indigenze nel Comune di Adria, con persone e famiglie in seria difficoltà nel pagamento delle spese per sopravvivere. Molte associazioni delle parrocchie ad Adria stanno svolgendo un lavoro capillare per cercare di procurare la spesa settimanale alle famiglie sulla soglia della povertà, grazie alla generosità di tanti cittadini. Il Comune tramite la voce di bilancio della spesa sociale, riservata agli aiuti ai cittadini che per vari motivi non riescono a pagare alcune spese correnti, cerca di dare il suo contributo. Il 2009 ha visto questa voce di spesa aumentare notevolmente. I dati forniti dall’assessore Federico Simoni, con delega al sociale, parlano chiaro: nel dicembre del 2008 i contributi straordinari e mensili ammontavano a 2.787 euro erogati mentre nello stesso mese del 2009 sono saliti a 5.699 euro. Il Comune di Adria è stato il della Regione a deliberare sulla integrazione delle rette per gli ultra sessantacinquenni non autosufficienti, accogliendo la normativa 328/2000 e ora si appresta, attraverso un protocollo d’intesa con la Guardia di Finanza, a verificare la veridicità delle condizioni descritte nelle domande presentate agli uffici comunali, di coloro che chiedono aiuti sulle prestazioni sociali agevolate come le rette degli asili nido. Questo secondo l’assessore Simoni, serve per smascherare coloro che, con furbizia, tolgono la possibilità a chi ne ha reale bisogno, di accedere a tali contributi. Un’altra iniziativa verrà dal progetto di mobilità sociale che creerà un servizio di trasporto per le persone anziane o per i minori in stato di disagio sociale, tramite un automezzo acquistato grazie ad un contributo di 8.000 euro della Regione Veneto. L’assessore Simoni specifica che così si vuole venire incontro alle esigenze di coloro che abitano soprattutto nelle frazioni e che necessitano di un trasporto che arrivi alla porta di casa.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento