La città va salvaguardata

Gli assessori di Palazzo Tassoni hanno rilasciato nei giorni scorsi alcune dichiarazioni in merito alla prossime attività e pianificazioni che troveranno realizzazione nell’immediato futuro. Il primo intervento è stato del vicesindaco, Giorgio D’Angelo, che ha promesso di usare il pugno di ferro contro chi ancora non si adegua alle regole della raccolta differenziata e continua ad insudiciare gli spazi verdi del territorio. L’ultimo esempio in questo senso è rappresentato dalla denuncia dei cittadini di Bottrighe che periodicamente si imbattono in autentiche discariche a cielo aperto. “Alcune realtà cittadine e delle frazioni — sono state le parole dell’assessore — vanno monitorate. Con gli operatori dell’Ecogest e con gli agenti della Polizia locale cercheremo di tenere alta la guardia contro questi scempi ambientali. In un primo tempo ci concentreremo su iniziative di prevenzione ma se alcuni comportamenti continueranno a protrarsi si arriverà anche ad azioni più incisive”.
Più distensivo l’intervento del primo cittadino che invece ha annunciato l’intenzione dell’Amministrazione di dare avvio ad un progetto di riqualificazione che riguarderà il centro della città, interessando Corso Vittorio Emanuele II toccando piazza Garibaldi, Piazza Bocchi e Groto. “I particolari del progetto — ha spiegato l’assessore Antono Scarda – sono ancora sotto attenta valutazione”. Qualche dettaglio in più in merito alle tempistiche invece è stato espresso dal primo cittadino. “Anche la parte finanziaria con la quale si dovrebbe affrontare la riqualificazione del centro — ha spiegato Massimo Barbujani — deve essere ancora perfezionata. Sono state inoltrate le richieste di contributo, speriamo di avere risposte positive in questo senso entro febbraio o marzo del prossimo anno”. Gli stessi finanziamenti, inoltre dovrebbero permettere interventi anche in altre parti della città con la messa in sicurezza degli attraversamenti pedonali di Ponte Castello e di largo Mazzini. Nell’intervento che riguarderà l’aiola di via Marconi, invece, il sindaco Barbujani ha confermato che i lavori partiranno presto. “Il Tempo di assegnare le borse lavoro alle sei maestranze individuate per sostituire il personale attualmente in ferie e anche questo spazio della città tornerà a rifiorire”.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento