Stagione balneare, pesa l’incognita maltempo

Le spiagge di Rosolina Mare sono state preparate puntualmente, come ogni anno, ad accogliere le frotte di turisti provenienti da ogni parte d’Italia e d’Europa. Quest’anno però, il meteo irrequieto non ha dato tregua sia agli operatori turistici che ai turisti stessi, mettendo i bastoni tra le ruote alla voglia di sole, mare e divertimento. Le avversità del tempo, dunque, hanno inficiato non poco le aspettative degli operatori che comunque sono pronti ad affrontare al meglio la punta di massima presenza, prevista tra gli ultimi giorni di luglio e tutto agosto. “Quest’anno malgrado la crisi ci potrebbero essere comunque tutte le premesse affinché la stagione possa essere portata in porto con profitto – spiega Silvana, titolare di un locale situato nel corso principale della località balneare – i turisti dopo mesi di sacrifici hanno voglia di divertirsi e davvero le opportunità per assecondare ciò che chiedono non mancano, sempre che il tempo cominci a stare dalla nostra parte. Nel bilancio di aprile e maggio ci sono state otto domeniche di maltempo, questo ci ha già penalizzato dal punto di vista delle presenze”. Un vuoto che comunque potrebbe venire colmato dagli effetti della promozione che il Consorzio Card del Po ha organizzato nelle scorse settimane unendo le forze con i consorzi Four Seasons (Jesolo-Eraclea), Veneto Orientale (Caorle-Bibione), Cavallino Treporti e Con Chioggia Sì (Chioggia-Sottomarina) e partecipando a importanti fiere in Italia e all’estero con lo scopo di far conoscere l’intero litorale Adriatico veneto. Tra le iniziative, inoltre, non è mancato un vero e proprio “tour on the road” attraverso la penisola con il camper “Spiagge Venete” che con soste strategiche e lanci pubblicitari ha raggiunto venti piazze tra Piemonte e Lombardia. E’ proprio nell’ottica della collaborazione che le spiagge rosolinesi possono far valere tutte le loro qualità — spiega Ferdinando Ferro, presidente del Consorzio Operatori Balneari confermando la bontà dell’iniziativa del Cad – e non va trascurata nemmeno l’informazione. Quest’anno oltre alla pubblicità sui media locali, è risultata efficace la promozione di pacchetti turistici che vanno ben oltre la sola vacanza al mare e che uniscono alle attrazioni della spiaggia le escursioni in bicicletta o in barca in percorsi in cui turisti possano incontrare anche l’offerta gastronomica e più in generale culturale del territorio”. In questo senso importante è stato il contributo messo a disposizione dalla Provincia. “Quest’anno — continua Ferro – le aspettative sono buone, sono ritornati a Rosolina Mare tanti turisti che dopo anni di assenza notano i miglioramenti delle strutture balneari. Oggi le nostre spiagge sono vivibili e alla portata di tutti: dei giovani ma anche delle famiglie con i bambini che qui sono al sicuro. Inoltre, per far fronte alla crisi, i prezzi di tutti gli stabilimenti sono bloccati da cinque anni”. Iniziative che certo hanno attratto un numero maggiore di bagnanti “pendolari” (quelli dei week end o delle gite domenicali) ma che paiono non aver ancora sortito effetto tra i turisti del lungo periodo. “Le prenotazioni ci sono — ha concluso il presidente del Consorzio Operatori Balneari — ma rimaniamo in attesa di vedere i turisti in spiaggia tra un temporale e l’altro”.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento