Asilo, partono lavori

Sorgerà in via Mameli la nuova Scuola d’Infanzia commissionata dalla “Casa di riposo e soggiorno don Vittorio Allegri” rappresentata dal parroco della Chiesa di Salzano, monsignor don Paolo Cagnin. L’edificio sorgerà su di un lotto di 5000 mq di proprietà della parrocchia di Salzano e si svilupperà su una superficie di 1650 mq tutti al piano terra. ”Il nuovo edificio – spiega il sindaco Alessandro Quaresimin – verrà costruito seguendo le più moderne tecniche di costruzione, utilizzando in tutte le sue fasi materiali di nuova generazione ad alta tenuta termica, acustica e antisismica. Anche se sarà della parrocchia è un servizio utilissimo a tutta la comunità”. L’inizio lavori è avvenuto il 7 luglio 2010, e l’opera verrà consegnata entro il 7 giugno 2011. L’importo dei lavori, con la formula del “chiavi in mano”, é fissato a 1 milione 670mila euro. La gara d’appalto é stata vinta dalla ditta “Vian Maurizio Costruzioni S.r.l.” con sede in Salzano, scelta tra una rosa di cinque imprese certificate tra le migliori del territorio. La progettazione, i calcoli strutturali e la direzione lavori sono curati da “Ingeo società di Ingegneria” di Salzano.
Ad opera completata, il trasferimento della scuola d’infanzia lascerà spazio nella vecchia struttura ad un ampliamento della casa di riposo adiacente. Non è l’unica struttura per bimbi che recentemente è stata realizzata nel comune. Nel dicembre scorso, infatti, è stato inaugurato l’asilo nido. In quel caso il comune, dopo aver acquisito dalla Parrocchia di Salzano l’immobile nel 2006, investendo 360.000 euro, vi aveva trasferito lo “Spazio Pollicino” per lasciare il posto alla terza sezione di Scuola Statale per l’Infanzia nell’adiacente fabbricato. Durante l’estate 2008 scorsa il Comune, in stretta collaborazione con la cooperativa “Servizi socio culturali di Marghera”, ha effettuato diversi interventi sulla struttura. E a dicembre l’apertura. L’idea di aprire l’asilo nido è stata chiara. “Ritengo – spiega il sindaco Alessandro Quaresimin – che l’apertura di un asilo nido e quindi l’avvio di un nuovo servizio abbia dato risposte concrete ad un’esigenza presente, sia un delle scelte che possano certamente qualificare un’amministrazione comunale. Si parla di bambini, di giovani famiglie, di coppie in cui spesso entrambi i genitori lavorano e noi cerchiamo di dare risposte concrete. Anche l’azione della parrocchia è molto positiva”.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento