Aumenta il lavoro della Polizia locale

Sicurezza e presenza sul territorio. Potrebbe essere racchiusa in queste due parole la nuova linea d’indirizzo che il reparto di polizia locale sta prendendo in questi ultimi mesi.
Non è un caso che sia stato istituito un turno serale, per diversi mesi all’anno, così come non è un caso se la forte presenza sul territorio dei vigili, abbia posto un freno ai numerosi problemi di ordine pubblico derivante dall’eccessivo rumore causata dai bar del centro, o ai numerosi mendicanti che vagavano per la città.
Primi promotori di tutto questo, il comandante della Polizia locale Francesca Prota, e l’assessore alla sicurezza Andrea Recaldin, che ha da subito impostato un lavoro con i vigili con controlli rigidi e costanti.
“Sono soddisfatta del lavoro finora svolta — spiega la comandante Francesca Prota – soprattutto perché è aumentata in modo forte la presenza degli agenti sul territorio. E questo non solo perché sono aumentate le risorse, ma anche per un indubbio lavoro di concertazione tra i vari entri pubblici, comuni, provincia e regione, che sta dando i suoi frutti. Unica nota negativa, purtroppo, il crescente numero di incidenti stradali”
Vicesindaco Recaldin, quale è stata l’attività nei primi sei mesi dell’anno dei vigili?
“Nel corso dei primi sei mesi, i vigili urbani si sono impegnati su più fronti. Il controllo del territorio ha portato una quindicina di ritiri di patenti effettuate nella prima parte dell’anno, principalmente per l’eccessiva velocità. L’impegno dei vigili si è inoltre incentrato al rilevamento degli incidenti stradali, una sessantina circa da inizio anno, oltre che per il controllo del mercato, nel quale sono state rilevate diverse infrazioni ( una ventina) per il mancato rispetto del regolamento comunale. L’ordinanza sui mendicanti ha prodotto invece la contestazione di sette verbali, oltre che alla loro identificazione, tra cui tre parcheggiatori abusivi.
Per quanto riguarda, invece, il rispetto dell’ordinanza sui pubblici esercizi, sono state comminate dieci sanzioni a vari bar per il mancato rispetto dell’orario di chiusura e del volume della musica.
Non dimentichiamo poi gli interventi “spot”, come l’eliminazione delle panchine di via Codogno, l’installazione della telecamera di via Barchette, e i controlli, anche con la collaborazione delle altre forze dell’ordine, della zona industriale”.
Soddisfatto dunque del lavoro svolto?
“Direi proprio di si, ma non ci fermeremo. Appena insediato, dopo aver studiato il funzionamento dell’ufficio, ho da subito iniziato a calare nel reparto la mia visione su come un comando di polizia locale debba funzionare: una presenza costante e forte sul terriotorio.
L’impegno è perciò aumentato, in virtù anche dell’aumento da inizio maggio, del personale in servizio, da 11 a 13, e, soprattutto, l’impegno nelle fasce orarie serali con l’istituzione del servizio notturno fino all’una di notte. Una dimostrazione concreta dell’attenzione verso i progetti legati alla sicurezza pubblica e restringere gli spazzi alla illegalità”.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento