Aumentano i sequestri

L’attività di contrasto del commercio abusivo prosegue anche quest’anno lungo le spiagge del litorale di Sottomarina e Isola Verde e fa parte dell’operazione “Chioggia spiaggia sicura 2010” che anche quest’estate sta impegnado intensamente il Comando di Polizia locale. Il bollettino diffuso a inizio luglio che documenta l’attività svolta nelle prime settimane sta a dimostrarlo.
“Siamo già a 78 sequestri – spiega il comandante Michele Tiozzo – a testimonianza che, nonostante l’obiettivo incremento del fenomeno, comune a tutte le spiagge del nordest, non è stata abbassata la guardia sul fronte dei controlli: circa 9mila pezzi, una tonnellata di merce venduta in assenza delle prescritte autorizzazioni commerciali. Sono state identificate circa 180 persone, la maggior parte di origine extracomunitaria, molte delle quali avviate alle procedure per l’espulsione o tratte in arresto in violazione delle norme in materia di immigrazione”.
I capi di abbigliamento sequestrati, una volta terminato l’iter amministrativo previsto per legge, saranno confiscati e, laddove è possibile, devoluti per finalità umanitarie. Tutti gli altri articoli invece sono destinati ad essere distrutti.
Si tratta di un servizio che di anno in anno sempre più incontra l’approvazione e l’apprezzamento di turisti e residenti e di molti titolari degli stabilimenti balneari, conferma il comandante Tiozzo che sottolinea anche la buona collaborazione di bagnanti e operatori con le forze dell’ordine impegnate in queste operazioni che mirano, nel complesso, a “migliorare i livelli di sicurezza e di accoglienza della spiaggia di Chioggia”. Una collaborazione fra Polizia locale e la gente in spiaggia che talvolta disorienta e alimenta reazioni violente nei venditori abusivi. E’ accaduto ad esempio lo scorso 7 luglio che un trentatreenne originario del Bangladesh ma residente a Fossò vedendosi inseguito da due agenti ha tentato la fuga immediatamente bloccata dal titolare dei “Bagni Perla”.
Vedendosi perduto l’extracomunitario ha reagito aggredendo il gestore dello stabilimento balneare e quindi piazzando calci, pugni e in ultimo anche morsi ai due operatori della Polizia locale. Alla fine il ragazzo è stato arrestato e quindi processato per direttissima.
Oltre alle congratulazioni per lo spirito di servizio dei due agenti e del gestore dello stabilimento, l’assessore alla Sicurezza Riccardo Rossi ha voluto sottolineare la necessità, per il buon esito delle attività di contrasto, della collaborazione di tutti, cittadini e turisti, invitati a non comprare merce abusiva, per romepre così la catena della domanda e dell’offerta.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento