Fossò, nasce la Pro loco

L’Amministrazione comunale di Fossò è stata nei mesi scorsi più volte attaccata da opposizioni e cittadini con l’accusa di fare poco o nulla per la vita ricreativa del paese, avendo rinunciato a manifestazioni già consolidate negli anni e non proponendo iniziative di svago e aggregazione soprattutto per la fetta più giovane della popolazione, costretta molte volte ad “emigrare” nei comuni limitrofi in cerca di un po’ di “animazione”.
A breve però la tendenza potrebbe invertirsi per la gioia di molti: con la delibera firmata dalla Giunta il 22 giugno scorso, l’Amministrazione comunale ha infatti sancito la costituzione della Pro loco di Fossò che, attraverso il lavoro del direttivo e dei volontari, svolgerà attività per lo sviluppo turistico e ricreativo del territorio .“Si tratta senza dubbio di una importante novità, molto attesa e di cui tutti sentivamo il bisogno — hanno subito commentato con ottimismo e soddisfazione alcuni cittadini -. Ci auguriamo la Pro loco sia animata da persone con spirito di iniziativa, idee e voglia di collaborare con i cittadini, per ridare vigore, attraverso iniziative interessanti e utili per il rilancio del territorio, alla nostra comunità. Soprattutto speriamo vengano riscoperte tutte quelle attività e ricorrenze tradizionali e tipiche delle nostre zone che sono cadute nel dimenticatoio e che invece meriterebbero di essere rivitalizzate”. Il consiglio di amministrazione della neonata Pro loco di Fossò è composto dal presidente Cesare Rizzo e dai vice presidenti Franco Soazi e Fabrizio Salmaso; quindi lo staff dei consiglieri formato da Morena Sinato, Alfonso Pepe, Tania Bettelle, Claudio Bettelle, Renato Mazzarolo, Giancarlo Angi; fanno parte della Pro Loco anche i consiglieri comunali Edgardo Zancato e Gabriele Riondato; il segretario del gruppo è invece Andrea Gastaldi.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento