Il Porta a Porta funziona

I risultati ci sono, ma bisogna ancora migliorarsi. Queste le prime indicazioni che emergono dalla sperimentazione della raccolta dei rifiuti Porta a Porta. Stime che a Mira danno segnali incoraggianti. Eccole: il sistema porta a porta aumenta del 15 % la raccolta differenziata, rispetto al sistema a cassonetto. Il comune più popoloso del comprensorio è pronto ad estendere la copertura del servizio entro la fine dell’anno, inizio 2011, ad altri 5mila residenti. Con il 2012 tutti i 40 mila residenti dovrebbero avere questo sistema. Le utenze coinvolte nell’avvio del progetto sono state 2046. Dal 20 luglio non hanno più il sistema con i cassonetti, 4.800 residenti. L’area del “porta a porta” è quella delle utenze comprese in un quadrilatero di Mira Taglio delimitato dal Naviglio Brenta a sud, dal canale Taglio a ovest e dal canale Serraglio a nord e a est. A Oriago le utenze interessate saranno quelle da via Colombara, Romagna, Molise, Cadore e Lomellina. Ma sono stati posizionati anche i cassonetti a calotta che sono utilizzati solo per il rifiuto secco non riciclabile. Ma esistono dei problemi. Si tratta sopratutto di difficoltà di conferimento dei rifiuti con il sistema porta a porta all’interno di palazzoni e grandi condomini. Dove? Principalmente nel quartiere di via Gramsci a Mira Taglio, e via Lomellina ad Oriago. Veritas è venuta in aiuto del comune e dei cittadini mettendo a disposizione ogni giorno in più del solito, almeno una quindicina di addetti. Dalle puntuali verifiche fatte con Veritas settimana in settimana, si è visto che la gente ha risposto bene all’iniziativa. Entro il 2011 o all’inizio del 2011, il comune di Mira estenderà il porta a porta alle frazioni di Oriago e Borbiago ad altre 5mila persone. Poi sarà la volta di Marano e Gambarare. I cittadini comunque continuano a chiamare in comune per avere spiegazioni.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento

Il Porta a Porta funziona

I risultati ci sono, ma bisogna ancora migliorarsi. Queste le prime indicazioni che emergono dalla sperimentazione della raccolta dei rifiuti Porta a Porta. Stime che a Mira danno segnali incoraggianti. Eccole: il sistema porta a porta aumenta del 15 % la raccolta differenziata, rispetto al sistema a cassonetto. Il comune più popoloso del comprensorio è pronto ad estendere la copertura del servizio entro la fine dell’anno, inizio 2011, ad altri 5mila residenti. Con il 2012 tutti i 40 mila residenti dovrebbero avere questo sistema. Le utenze coinvolte nell’avvio del progetto sono state 2046. Dal 20 luglio non hanno più il sistema con i cassonetti, 4.800 residenti. L’area del “porta a porta” è quella delle utenze comprese in un quadrilatero di Mira Taglio delimitato dal Naviglio Brenta a sud, dal canale Taglio a ovest e dal canale Serraglio a nord e a est. A Oriago le utenze interessate saranno quelle da via Colombara, Romagna, Molise, Cadore e Lomellina. Ma sono stati posizionati anche i cassonetti a calotta che sono utilizzati solo per il rifiuto secco non riciclabile. Ma esistono dei problemi. Si tratta sopratutto di difficoltà di conferimento dei rifiuti con il sistema porta a porta all’interno di palazzoni e grandi condomini. Dove? Principalmente nel quartiere di via Gramsci a Mira Taglio, e via Lomellina ad Oriago. Veritas è venuta in aiuto del comune e dei cittadini mettendo a disposizione ogni giorno in più del solito, almeno una quindicina di addetti. Dalle puntuali verifiche fatte con Veritas settimana in settimana, si è visto che la gente ha risposto bene all’iniziativa. Entro il 2011 o all’inizio del 2011, il comune di Mira estenderà il porta a porta alle frazioni di Oriago e Borbiago ad altre 5mila persone. Poi sarà la volta di Marano e Gambarare. I cittadini comunque continuano a chiamare in comune per avere spiegazioni.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento

Il Porta a Porta funziona

I risultati ci sono, ma bisogna ancora migliorarsi. Queste le prime indicazioni che emergono dalla sperimentazione della raccolta dei rifiuti Porta a Porta. Stime che a Mira danno segnali incoraggianti. Eccole: il sistema porta a porta aumenta del 15 % la raccolta differenziata, rispetto al sistema a cassonetto. Il comune più popoloso del comprensorio è pronto ad estendere la copertura del servizio entro la fine dell’anno, inizio 2011, ad altri 5mila residenti. Con il 2012 tutti i 40 mila residenti dovrebbero avere questo sistema. Le utenze coinvolte nell’avvio del progetto sono state 2046. Dal 20 luglio non hanno più il sistema con i cassonetti, 4.800 residenti. L’area del “porta a porta” è quella delle utenze comprese in un quadrilatero di Mira Taglio delimitato dal Naviglio Brenta a sud, dal canale Taglio a ovest e dal canale Serraglio a nord e a est. A Oriago le utenze interessate saranno quelle da via Colombara, Romagna, Molise, Cadore e Lomellina. Ma sono stati posizionati anche i cassonetti a calotta che sono utilizzati solo per il rifiuto secco non riciclabile. Ma esistono dei problemi. Si tratta sopratutto di difficoltà di conferimento dei rifiuti con il sistema porta a porta all’interno di palazzoni e grandi condomini. Dove? Principalmente nel quartiere di via Gramsci a Mira Taglio, e via Lomellina ad Oriago. Veritas è venuta in aiuto del comune e dei cittadini mettendo a disposizione ogni giorno in più del solito, almeno una quindicina di addetti. Dalle puntuali verifiche fatte con Veritas settimana in settimana, si è visto che la gente ha risposto bene all’iniziativa. Entro il 2011 o all’inizio del 2011, il comune di Mira estenderà il porta a porta alle frazioni di Oriago e Borbiago ad altre 5mila persone. Poi sarà la volta di Marano e Gambarare. I cittadini comunque continuano a chiamare in comune per avere spiegazioni.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento

Il Porta a Porta funziona

I risultati ci sono, ma bisogna ancora migliorarsi. Queste le prime indicazioni che emergono dalla sperimentazione della raccolta dei rifiuti Porta a Porta. Stime che a Mira danno segnali incoraggianti. Eccole: il sistema porta a porta aumenta del 15 % la raccolta differenziata, rispetto al sistema a cassonetto. Il comune più popoloso del comprensorio è pronto ad estendere la copertura del servizio entro la fine dell’anno, inizio 2011, ad altri 5mila residenti. Con il 2012 tutti i 40 mila residenti dovrebbero avere questo sistema. Le utenze coinvolte nell’avvio del progetto sono state 2046. Dal 20 luglio non hanno più il sistema con i cassonetti, 4.800 residenti. L’area del “porta a porta” è quella delle utenze comprese in un quadrilatero di Mira Taglio delimitato dal Naviglio Brenta a sud, dal canale Taglio a ovest e dal canale Serraglio a nord e a est. A Oriago le utenze interessate saranno quelle da via Colombara, Romagna, Molise, Cadore e Lomellina. Ma sono stati posizionati anche i cassonetti a calotta che sono utilizzati solo per il rifiuto secco non riciclabile. Ma esistono dei problemi. Si tratta sopratutto di difficoltà di conferimento dei rifiuti con il sistema porta a porta all’interno di palazzoni e grandi condomini. Dove? Principalmente nel quartiere di via Gramsci a Mira Taglio, e via Lomellina ad Oriago. Veritas è venuta in aiuto del comune e dei cittadini mettendo a disposizione ogni giorno in più del solito, almeno una quindicina di addetti. Dalle puntuali verifiche fatte con Veritas settimana in settimana, si è visto che la gente ha risposto bene all’iniziativa. Entro il 2011 o all’inizio del 2011, il comune di Mira estenderà il porta a porta alle frazioni di Oriago e Borbiago ad altre 5mila persone. Poi sarà la volta di Marano e Gambarare. I cittadini comunque continuano a chiamare in comune per avere spiegazioni.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento