Sottopasso, aperto per Natale

“Per il 23 dicembre 2010 il sottopasso della stazione di Maerne sarà aperto al traffico”. La promessa arriva dal direttore del cantiere dell’Adige Bitumi, Carlo Fachin, che ha confermato i tempi di apertura dell’opera proprio per Natale. I 30 operai della ditta stanno lavorando sodo e ormai il sottopasso e il parcheggio da 480 posti a fianco della stazione, sono ben visibili. “Siamo attivi dalle 10 alle 12 ore al giorno — spiega Fachin — e a inizio agosto, abbiamo iniziato a montare le pensiline. Un intervento che si svolge di notte, perché si deve togliere la corrente”. Già terminata la rampa dei disabili a Sud, si è a buon punto anche per quella a Nord. Intanto in luglio è stato costruito il solettone da 35 metri in cemento armato e pesante 1000 tonnellate. Ora si procederà a circa 4 metri all’ora e per la prima notte si arriverà fino al primo binario, mentre nella seconda, si completerà l’operazione. A spingerlo saranno degli appositi martinetti. Una scelta che ha sostituito quella di realizzare un monolite e si è puntato a fare dei diaframmi alti 18 metri e spessi un metro e 15. Diaframmi che faranno da base al solettone. Alla fine dei lavori, sorgerà un sottopasso largo 9 metri, con due corsie da 3,5 metri ciascuna, un marciapiede di servizio e una banchina di 75 centimetri ciascuno e un’altra da mezzo metro. Per garantire gli accessi a ridosso della provinciale 36, sono previste due arterie a senso unico che saranno raccordate da una piccola rotatoria realizzata su impalcato sopra la rampa del sottopasso. All’innesto con via 1 Maggio e viale Stazione, ci sarà un’altra rotonda mentre a Sud ci sarà un anello circolatorio a senso unico che, a partire dalla rotatoria Sud, si sviluppa in parallelo con la provinciale al lato Est, sovrappassa la rampa del sottopasso, consentendo l’accesso alla stazione. Dunque il cantiere sta procedendo a ritmo serrato. Il cronoprogramma prevede il via libera alla circolazione il 23 dicembre e poi concludere per marzo le opere complementari, compresi i due parcheggi attorno alla stazione. Il progetto complessivo, da 17 milioni di euro, conta non solo il sottopasso della stazione ma anche un parcheggio da 480 posti a Sud e un altro da 60 a Nord. “Abbiamo in agenda anche dei turni di notte pur di finire — prosegue Fachin — e sono convinto che per fine 2010 tutto sarà pronto”. Novità in arrivo anche per il sottopasso di via Selvanese a Olmo. Ebbene, l’inizio dei lavori, previsto per quest’estate, slitterà ai primi mesi del 2011 per poi concludersi l’anno successivo. Ma almeno una buona notizia arriva per il by-pass, che sarà realizzato per evitare di mandare in tilt tutta la zona. La Regione ha pubblicato l’avviso coinvolgendo più di 50 interessati tra privati e imprenditori, a integrazione dell’avvio del procedimento già bandito, e che ha lo scopo di arrivare all’approvazione del progetto definitivo. Sarà una strada a doppio senso di marcia che, sfruttando i campi, andrà da via Dosa a Olmo fino a via delle Pleiadi, nel comune di Venezia. La lista degli esporpri tocca solo terreni, risparmiando gli edifici, e riguarda anche la soppressione di un vecchio passaggio a livello privato sui Bivi in via Dosa attraversato dal by-pass. Inoltre sarà allungata la prevista ciclabile del sottopasso fino all’incrocio con via Tito a Zelarino, come richiesto dal Comune di Martellago.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento