Telecamere in arrivo

Si fa sempre più concreto il progetto della rete di videosorveglianza a Conselve e in altri quattro comuni, Terrassa, Arre, Bagnoli ed Agna. La cordata fra la Telecom e la società veronese Reteco si è aggiudicata la gara alla quale hanno partecipato sette aziende, anche in forma di associazione temporanea di imprese. L’offerta al ribasso del 19,1 per cento consentirà di aumentare il numero di telecamere, che quindi saranno qualcuna in più delle 33 messe in preventivo.
“Appena possibile stabiliremo dove installare le telecamere in più. – spiega il sindaco di Conselve Antonio Ruzzon – Quanto ai tempi, se non ci saranno ricorsi da parte degli altri partecipanti alla gara, contiamo di dare il via ai lavori entro il mese di settembre e di completare l’installazione nel giro di qualche settimana”.
Il progetto è stato messo a punto un paio d’anni fa i sindaci dei cinque comuni con la firma del “patto per la sicurezza”, che ha permesso di ottenere dalla Regione un finanziamento di 226 mila euro su una spesa totale di circa 360 mila euro. Le 33 telecamere, alle quali se ne aggiungeranno almeno altre 3-4, saranno installate nelle piazze e negli incroci principali, ma anche vicino alle scuole e nelle zone industriali dei cinque centri. Si tratta di un sistema “modulare”, vale a dire con la possibilità di aumentare il numero di “occhi elettronici” collegati alla centrale operativa che sarà allestita nel comando della polizia locale di Conselve. Almeno 31 delle telecamere installate saranno di tipo “dome” in grado cioè di riprendere a 360 gradi e quindi di offrire una panoramica sull’intera zona coperta.Il piano prevede 12 telecamere in centro a Conselve, altre quatto telecamere saranno installate nella zona industriale, le rimanenti nei “luoghi sensibili” degli altri quattro comuni.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento