Via libera al restauro di quattro tesori di Este

Il Comune di Este investe nei propri tesori. Sono infatti stati approvati i progetti di recupero e restauro di importanti beni atestini: il teatro dei Filodrammatici, il Carmine, la chiesa degli Zoccoli e l’ex Sacro Cuore.
IL TEATRO. L’intervento che interessa il teatro dei Filodrammatici richiederà una spesa di 3 milioni euro. Con la somma, recuperata grazie alla cosiddetta legge “Mancia”, si andrà a metter mano anche alla vicina Sala dei Battuti. Si partirà dalla riqualificazione dell’ex studio dello scultore Gino Vascon, attuale sala prove dalla Compagnia Teatro Veneto “Città di Este”. Il locale verrà completamente restaurato e saranno ricavati una sala polivalente (destinata alle prove della compagnia o ad altre attività culturali) e dei camerini che comunicano direttamente con il palcoscenico. Nello stabile principale del teatro, si procederà al rifacimento totale della copertura, alla sistemazione dell’impianto di illuminazione, alla realizzazione di un nuovo servizio di riscaldamento e pure all’installazione di nuove poltroncine. Per quanto riguarda la Sala dei Battuti, l’idea è quella di trasformarla in sala prove: saranno rinforzate le fondazioni e sarà ripulito il sottotetto.
CARMINE. Anche in questo caso è la legge “Mancia” a garantire i 266 mila euro per i lavori alla chiesa della Madonna del Carmine, di proprietà della parrocchia di Santa Maria delle Grazie. L’intervento servirà per rimettere in sesto le strutture lignee del tetto, con rifacimento totale delle coperture. Si andrà poi a risanare e consolidare il soffitto, a rinsaldare le fondazioni e il frontespizio della facciata che è a rischio ribaltamento, a mettere in sicurezza la cella della torre campanaria. Un intervento importante riguarderà poi la creazione di un marciapiede. Il progetto di restauro è stato redatto dall’ing. Roberto Boscolo e dall’arch. Michele Brochin.
ZOCCOLI. La chiesa di Santa Maria delle Consolazioni, meglio nota come chiesa degli Zoccoli, potrebbe ritornare ad accogliere i fedeli già nel prossimo anno. Il Comune interverrà per il recupero della copertura e per la salvaguardia degli affreschi conservati dalla chiesa. Un primo intervento alla copertura era già stato messo in atto in passato, ma è con questo che l’edificio risulterà nuovamente agibile. La prima tranche di lavori richiederà una spesa di 860 mila euro: 273 mila arriveranno dalla Regione Veneto, altri 500 mila dall’Arcus. Gli Zoccoli ospiteranno quei fedeli che per qualche mese non potranno frequentare più il Duomo, anch’esso teatro di lavori.
SACRO CUORE. La giunta ha approvato i lavori urgenti per la sistemazione della facciata principale di palazzo Contarini di viale Fiume, meglio noto come ex Sacro Cuore. I lavori di restyling interesseranno la facciata dello stabile che fino a qualche anno fa ospitava la biblioteca comunale, ora trasferita nella villa Dolfin Boldù di via Zanchi.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento