Bullo: aumenti inevitabili

Tratta Chioggia-Venezia e aumento del costo del biglietto. Una brutta sorpresa al rientro dalle ferie per i tanti pendolari che quotidianamente si recano a lavoro o per i ragazzi che per motivi di studio usufruiscono dei mezzi pubblici. L’assessore ai Trasporti urbani ed extraurbani, Claudio Bullo, spiega il motivo di tale aumento. “Dipende — esordisce – da tanti fattori: aumenti del gasolio, tagli da parte del governo centrale, è una conseguenza”.
Ai pendolari di questa tratta Bullo assicura comunque di essersi già attivato, sia come assessore comunale sia come consigliere provinciale.
“Mi devo rapportare – dice – con la Provincia e da subito ho iniziato a scambiarmi corrispondenza con alcuni comitati dei pendolari, in modo da riuscire a capire le loro esigenze. Ho chiesto una serie di incontri alla presidente Zaccariotto, il primo dei quali è già avvenuto, per discutere anche con l’assessore ai Trasporti provinciali e capire quali sono le strategie della Provincia sui trasporti extraurbani”.
La notizia che gira tra i pendolari, secondo la quale il Comune avrebbe acquistato, o avrebbe intenzione di farlo, degli aircraft per una linea diretta Chioggia-Venezia, via mare, viene smentita dallo stesso assessore.
“Sono trent’anni — dice – che lavoro all’Actv e che sento la stessa cosa. È fantascienza, non si può fare, non avremmo neppure il fondale adatto”. Esiste però un’alternativa possibile “il collegamento con motoscafi veloci. Vorrei ci fosse la partenza all’isola dell’Unione, con corse create per i pendolari. È un progetto che ho già esposto a Comune e Actv i quali lo hanno accolto favorevolmente. Si potrebbe pensare un pacchetto composto di parcheggio e biglietto per Venezia”. Per ora comunque è solo un progetto, “bisogna riuscire ad incastrare tutto, dagli orari, agli equipaggi, al finanziamento”. Bullo parla poi dei pendolari “sommersi”, tutti coloro che lavorano a Mira o a Legnago e dunque non usufruiscono dei trasporti pubblici, ma utilizzano mezzi propri. “Se abbiamo dieci pendolari “ufficiali”, che conosciamo perché pagano l’abbonamento, ce ne sono altrettanti che al Comune rimangono sconosciuti. A me interessa capire quanti sono per richiedere ad Actv o Sita delle corse per poter soddisfare anche le loro esigenze”. Sui trasporti urbani: dopo varie segnalazioni da parte dei genitori l’assessore con i presidi dei vari istituti sta concordando gli orari di uscita per poter ottimizzare gli orari di partenza dei pullman per il rientro degli studenti.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento