Più studenti alle superiori

Finita l’estate si torna sui banchi di scuola e riparte la conta dei nuovi iscritti alle scuole superiori di Mirano: 3.712 gli studenti iscritti quest’anno tra la cittadella scolastica di via Matteotti e gli istituti professionali di via Cavin di Sala. Più dello scorso anno, tanto da poter parlare di crescita decisa delle immatricolazioni, tornate ai livelli di due anni fa, ma comunque dietro ai distretti di Mestre, Venezia, San Donà e Portogruaro. Nel distretto miranese i neoiscritti sono 934, il 12 per cento del totale degli allievi frequentanti, suddivisi in 158 classi, con una media di 23,5 allievi per classe. La più alta, 26 studenti in media per classe, è al liceo scientifico Majorana, che così primeggia nella speciale classifica dell’affollamento delle aule, con 935 studenti divisi in 36 classi. Subito dopo ci sono gli altri due istituti della cittadella: l’8 Marzo è la scuola con più studenti, ben 1.038, ma con più classi, 43. L’Itis Levi invece inizia l’anno con 633 studenti divisi in 26 classi. La media è di 24,1 studenti per classe all’8 Marzo e 24,3 studenti per classe al Levi. Le classi più deserte sono agli istituti professionali: al Ponti e al Lorenz la media oscilla tra i 17 e i 20 studenti per classe. Continua il boom di iscritti ai licei: 237 gli alunni di prima allo scientifico, 143 al classico-linguistico. Complessivamente, Mirano torna a crescere per quanto riguarda gli studenti delle scuole superiori, con 115 immatricolazioni in più rispetto all’anno scorso. Le stesse di due anni fa, quando gli iscritti erano stati 3.713, uno solo in più di quest’anno. Ma a cambiare sono le classi: a parità di studenti nel 2008 le classi erano 176, contro le 158 di quest’anno. Ben 18 classi in meno: è l’effetto tagli che ha portato a numerose proteste, già in chiusura dell’anno scolastico precedente. La più clamorosa allo scientifico, dove studenti, genitori e anche insegnanti si sono fino all’ultimo opposti alla divisione di una classe seconda, ma senza esito: quest’anno la sezione segue lezioni con gruppi diversi di studenti. Come si dice: studenti e scontenti. Per quanto riguarda le strutture, parlando del nuovo anno scolastico, la presidente della Provincia Francesca Zaccariotto si è soffermata proprio sugli interventi previsti nella cittadella di Mirano: “Nel 2011 — spiega — gli interventi più significativi riguarderanno l’Ipsia Marconi di Cavarzere, con un ampliamento che impegnerà 3,2 milioni di euro, ma anche Mirano, dove si provvederà a completare i lavori della palestra annessa al liceo Majorana con la costruzione degli spogliatoi, oltre a provvedere, in tutto il distretto di Mirano, a considerevoli interventi di manutenzione straordinaria delle sedi scolastiche e delle aree esterne per un impegno di spesa di 1,2 milioni di euro”. E sempre a Mirano entrerà nel vivo quest’anno il progetto voluto dalla Provincia e dagli stessi studenti per rendere più accoglienti aule e corridoi degli istituti superiori, grazie anche alla colorazione dei muri della cittadella.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento