Riapre il Moon Club

Ha riaperto i battenti esattamente un anno dopo, il 15 ottobre notte. Un anno di purgatorio e di polemiche non hanno però stancato i ragazzi del “Moon club”, tornato a Mirano, nella nuova location di via Saragat, a 300 metri dal terminal Actv. La “opening night” ha visto di nuovo in pista centinaia di giovani, in consolle i dj, sul palco le giovani band locali. Proprio come un anno fa: allora, era il 16 ottobre 2010, il Moon aprì i battenti in sordina in via Villafranca, dall’altra parte di Mirano, scatenando le proteste dei residenti, che contro notti insonni, sporcizia e continuo viavai di giovani fino a tarda ora, avevano anche lanciato una raccolta di firme. Iniziò anche un duro braccio di ferro col Comune, che aveva fatto mettere i sigilli al locale per questioni legati alle autorizzazioni edilizie. La vicenda si trascinò fino alle aule dei tribunali e l’ultimo pronunciamento, quello del Consiglio di Stato, aveva concesso ai ragazzi del Moon 40 giorni di tempo per mettersi in regola. Nel frattempo però l’associazione ha cercato lidi più tranquilli, battendo la zona tra Martellago e Maerne, dopo che era sfumata la possibilità di una sistemazione nella zona industriale di via Taglio. “A Martellago ci hanno accolto a braccia aperte — dice il presidente Roberto Faggian — ma ci sono stati problemi con gli affitti, per cui l’affare non è mai andato in porto”. Quasi casuale il ritorno a Mirano, quando tra l’associazione e la città sembra non poterci essere più alcun legame. La nuova sede di via Saragat dovrebbe essere finalmente il luogo ideale: si trova in zona artigianale, molte meno le abitazioni vicine e soprattutto ci sono parcheggi (quelli degli impianti sportivi) e la stazione degli autobus. Nuovi gli allestimenti, molto più ampio lo spazio a disposizione per le serate e rinnovato anche il programma, con momenti culturali che vanno oltre la musica. Il Moon proporrà anche una galleria d’arte permanente, ovviamente dedicata ai giovani artisti del posto. Esulta Luigi Gasparini, l’unico a fianco del Moon quand’era consigliere comunale: “Questi giovani sono un esempio per la loro tenacia: sono stati bravissimi, auguro tutta la fortuna al nuovo locale”. Parla anche l’ex assessore Enrico Baschiera, con cui un anno fa l’associazione si era scontrata dopo aver trovato i sigilli alle porte in via Villafranca: “Sono contento dell’epilogo di questa storia — spiega oggi Baschiera — non ero mai stato contrario all’apertura del club, ma le regole andavano rispettate e così non era stato. Auguro tutta la fortuna a questi ragazzi”.

Filippo De Gasperi

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento