sabato, 20 Aprile 2024
HomeRodiginoApprovato il piano triennale delle Opere pubbliche

Approvato il piano triennale delle Opere pubbliche

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Ogni anno con l’avvicinarsi del 31 dicembre i consigli comunali approvano il bilancio di previsione, ossia, il documento di pianificazione economica e di programmazione politica predisposto dalla giunta che raccoglie e coordina le richieste dei singoli assessori, ciascuno per la parte di sua competenza. E per quanto riguarda il referato dei Lavori pubblici gli stanziamenti non mancano, come indica il Piano triennale delle opere pubbliche, approvato a Palazzo Nodari verso la metà dello scorso mese. Il piano è suddiviso nelle tre prossime annualità e per ognuna delle quali è stato assegnato un capitolo di spesa. Nello specifico le disponibilità a disposizione dell’ente per il primo anno ammontano a oltre 12 milioni di euro, mentre sono stati messi a bilancio 2 milioni 68 mila euro per il secondo anno e la stesa somma dovrà bastare anche per il terzo. Nello specifico gli interventi riguarderanno le opere che in passato sono già state annunciate ossia: il recupero di palazzo Roverella che inizierà a giugno grazie ad uno stanziamento di 180 mila euro, mentre più o meno nella stessa concomitanza dovrebbe partire anche il restyling del Battaglini, per un importo pari a circa un milione di euro. In questo caso alla spesa partecipa anche la Regione Veneto che ha già stanziato un contributo. Un altro intervento atteso da tempo e che impegnerà non poco le casse del comune è la realizzazione del terminal degli autobus e il parcheggio di interscambio in Piazza Riconoscenza. In questo caso l’impegno di spesa ammonta a 700 mila euro. Il grosso della cifra stanziato per l’assessore ai Lavori pubblici, Vito Piccininno, tuttavia verrà assorbito dalla manutenzione ordinaria e straordinaria del patrimonio comunale con oltre 6 milioni di euro che se ne andranno per strade, marciapiedi, asfalti porfidi, ponti ed edifici pubblici. 1,1 milioni di euro, invece, sono i soldi destinati alla realizzazione di piste ciclabili, 700 mila dei quali saranno impegnati nella realizzazione del collegamento ciclabile Rovigo-Grignano, 300 mila per il sottopasso ciclopedonale in Tassina e il rimanente per il collegamento di Rovigo a Santa Rita.
600 mila euro la disponibilità per gli ampliamenti e il completamento dei cimiteri, tra cui Grignano, Sarzano e Granzette, 880 mila quella per i parchi, di cui 500 mila per l’acquisizione del parco ex Maddalena, 100 mila per un’area ortiva per gli anziani e 80 mila per il completamento dell’oasi verde nel quartiere San Pio X.
Oltre 411 mila euro serviranno, invece, per la copertura e l’impermeabilizzazione della scuola materna in Tassina, 159.119 euro, mentre 252.593 euro saranno impegnati per l’adeguamento strutturale della scuola elementare Pascoli.