Arriva la piazza meteopedonale

Fa ancora discutere la piazza di Mirano. Auto, parcheggi e zona a traffico limitato tengono banco anche in questa coda di 2010 alla ricerca di una soluzione che accontenti tutti: cittadini, commercianti, residenti e amministratori. L’ultima novità in tal senso è l’isola “meteo-pedonale”. Nei giorni delle festività di Natale e durante tutto l’Avvento, in piazza si potrà passeggiare liberamente a piedi solamente se non piove. Altrimenti transenne aperte e via libera alle auto. L’idea alla giunta guidata da Roberto Cappelletto, è venuta dopo aver sentito i commercianti del centro storico, nell’eterno dibattito se sia meglio avere un piazza aperta alle auto o una piazza chiusa. Da un lato le associazioni di cittadini chiedono un centro godibile e a misura di pedone, senza pericoli, dall’altra i commercianti spingono, per pensare anche a rivitalizzarlo, favorendo il giro di clienti. Tra l’incudine e il martello, il Comune sembra aver trovato una via di mezzo e se funzionerà lo si saprà solo tra un mese, dopo le feste. Nei giorni festivi la Ztl scatterà al mattino presto con gli orari e le modalità di sempre solo se il tempo sarà buono. In questo modo pedoni e biciclette potranno scorrazzare liberamente per il centro, come avviene di consueto. Ma se il meteo farà i capricci, scaricando secchiate d’acqua come è accaduto più volte a novembre, allora il Comune aprirà le transenne in deroga all’ordinanza vigente, permettendo alle auto di entrare in centro storico. Questo — almeno così sostiene il Comune — per ovviare al deserto che si crea ogni volta che capitano giornate di cattivo tempo e la gente in centro ci verrebbe sì, ma solo con l’auto. “C’è poco da fare — sostiene l’assessore al Commercio Enrico Baschiera — sotto il diluvio, lo abbiamo visto, la gente a passeggiare in piazza non ci viene. Tanto vale favorire l’arrivo dei clienti di bar e negozi. Una richiesta che arriva direttamente dai commercianti, dopo che l’anno scorso il maltempo ha fatto saltare manifestazioni in programma sotto Natale e la piazza è rimasta deserta per tutto il giorno, senza alcun beneficio né per i cittadini, né per i negozianti”. Intanto però in piazza resta il solito dilemma del controllo degli accessi, in attesa dell’installazione definitiva dei varchi elettronici, come avviene a Mestre. Il consigliere Luigi Gasparini, di Rifondazione, punta il dito contro chi usurpa (e la cosa sembra sistematica) i parcheggi riservati ai disabili. Le segnalazioni non mancano e i controlli, come si sa, di sera non si vedono, visto che i vigili staccano dal servizio prima di cena. “A questo punto la giunta dica cosa intende fare — attacca Gasparini — non basta il solito caos parcheggi di cui non si è vista ancora la soluzione, gli immancabili trasgressori della Ztl che spostano le transenne per entrare in piazza con l’auto e le telecamere tanto annunciate che ancora nessuno ha visto. Adesso la giunta prolunga le fasce a pagamento e istituisce l’isola pedonale ‘metereologicamente variabile’ unicamente per far cassa. Si facciano invece le cose più elementari, cioè i controlli e si tutelino i cittadini, specie quelli con difficoltà”.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento