Motta: “Tagliati i fondi per la prevenzione dei disastri ambientali”

Con l’inverno ormai giunto anche tra i polesani, ombrelloni e teli da mare riposano in soffitte e ripostigli in attesa di tempi migliori. Parlare di spiagge quindi potrebbe sembrare un tantino fuori luogo. La difesa delle coste però non conosce stagioni, e allora l’argomento diventa di stretta attualità, soprattutto perché dalla Regione Veneto arrivano fondi per gli interventi di preservazione dei litorali portotollesi. Il tutto inserito in un’ottica di stanziamento di fondi iniziata a marzo: Porto Tolle beneficerà di altri 150mila Euro dopo averne ricevuti 800mila durante l’arco del 2010. Una somma, la prima, che è di molto inferiore a quanto preventivato e richiesto dal comune (circa 600mila euro) ma che comunque servirà per interventi pensati per ridurre al minimo i disagi provocati dalle mareggiate invernali. Le spiegazioni del caso sono affidate al vicesindaco Massimino Zaninello che oltre a essere vicesindaco è responsabile della delega al turismo: “E’ vero che la Regione ci ha destinato una somma inferiore a quanto preventivato, però si tratta di una riduzione dettata da vincoli di bilancio e opportunamente motivata dall’assessore regionale Conte, che si è trovato a dover ridistribuire i fondi tra tutti i comuni costieri”. Carte alla mano, il vicesindaco elenca le modalità di spesa dei fondi finora ricevuti nel 2010: 600mila Euro sono già stati spesi per i lavori di sistemazione nella spiaggia delle conchiglie e per i ripascimenti a Barricata e Boccasette. Ne rimangono 350mila, di cui 100 stanziati recentemente per interventi da programmare sulle due spiagge principali del comune e 250 di cui decidere la destinazione: “siamo in fase di pianificazione con i tecnici del genio civile per capire come impiegare al meglio questa somma, — spiega Zaninello — molto probabilmente una parte verrà destinata alla realizzazione di un sabbiodotto per la movimentazione della sabbia sulla spiaggia delle conchiglie”. Nonostante il finanziamento regionale più recente sia stato minore rispetto alle aspettative il vicesindaco vuole vedere positivo: “Di certo sono soddisfatto degli interventi che finora siamo riusciti a portare a termini e di quelli che stiamo pianificando per la stagione 2011, l’impegno non manca di sicuro. Per la prima volta dopo tanto tempo siamo riusciti a instaurare un dialogo molto produttivo con il Genio Civile che ci sta aiutando a proteggere le nostre spiagge: per risolvere il problema in maniera quasi definitiva purtroppo servirebbero cifre che al momento nessuna istituzione pubblica può fornire”. Non manca però un punto di vista critico sul tema: a esempio quello di Angelo Motta della Federazione della Sinistra che in un comunicato parla di “tagli gravi ai fondi per la prevenzione dei disastri ambientali”. Secondo l’ex consigliere dell’Ente Parco “dovrebbero vergognarsi quei politici, anche polesani, che chiedono il voto facendo campagne spiegando il radicamento del territorio salvo poi andare a Venezia e rendersi complici di tagli alla tutela e salvaguardia del territorio. Diciamo a questi signori che si stanno assumendo una grossa responsabilità, quella di aver sottratto fondi per le acquatiche in un comune che si estende sotto il livello del mare”.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento