Niente soldi per il nuovo ospedale

Nuovo ospedale, sempre più improbabile la sua realizzazione. All’inizio di dicembre l’assessore alla Sanità della Regione, Luca Coletto, ne ha parlato con il presidente della Conferenza dei sindaci Anna Berto, i consiglieri regionali di Chioggia Carlo Alberto Tesserin e Lucio Tiozzo e la direzione dell’Ulss 14 in un incontro “confidenziale”. Coletto avrebbe fatto capire che non ci sono i soldi per realizzare la nuova struttura.
Molti in realtà i segnali che facevano presagire questo epilogo, che da tempo il consigliere Lucio Tiozzo ipotizzava. Lo stesso Carlo Alberto Tesserin “bacchettando” i politici chioggiotti, aveva messo in allerta sul rischio. In tempi di bilanci magri, aveva detto, in mancanza di una posizione univoca, forte e condivisa da Chioggia come può la Regione portare avanti la causa del nuovo ospedale nel momento in cui deve scegliere quali sia opportuno realizzare e quali no?
Lo stop ai nuovi ospedali in project financing (quello di Chioggia doveva essere realizzato in questo modo) deciso a metà dicembre dalla quinta commissione regionale presieduta da Leonardo Padrin, per quelli che sono già decisi e a maggior ragione per quelli la cui realizzazione si dovrà decidere (fra questi anche l’ospedale di Chioggia), rappresenta un elemento in più per motivare la rinuncia.
La presidente della Conferenza dei sindaci, Anna Berto, ha allora convocato un incontro con i consiglieri comunali di Chioggia prima dell’audizione davanti alla quinta commissione regionale e all’assessore competente. L’intento era di raccogliere le esigenze del territorio in materia di sanità. Un incontro in verità non troppo partecipato ha denunciato Sandro Varagnolo della Lega, anche se dal Pd hanno minimizzato sulle defezioni.
Al di là delle polemiche politiche, ciò cui unanimemente si mira ora è il potenziamento dell’ospedale esistente perché quello di Chioggia abbia pari dignità con gli altri nosocomi veneti.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento