Pericoloso il nuovo passo carraio per le ambulanze

Sono molti i piovesi che avanzano delle grosse perplessità circa il nuovo ingresso ma, soprattutto l’uscita delle ambulanze dall’ospedale di Piove di Sacco. Un progetto che prevede, appunto, il transito nei due sensi dei mezzi di soccorso proprio in corrispondenza della curva di via Circonvallazione che una volta era chiamata “curva del macello”. Due Piovesi qualificati a dir la loro hanno esposto la pericolosità di questo progetto viario al sindaco di Piove Alessandro Marcolin. “Alcuni mesi or sono — scrive l’ingegnere piovese dei trasporti Silvano Trombetta – dopo un colloquio con la dottoressa Sebastiana Blundo Canto, avevo segnalato con articolo pubblicato da questo giornale la pericolosità della curva ad angolo retto di via Circonvallazione che si trova di fronte all’ospedale di Piove di Sacco, curva nella quale si sono verificati numerosi incidenti stradali anche mortali, ed avevo suggerito l’opportunità di allargarla in modo da renderla meno pericolosa. Pensavo che l’articolo servisse per migliorare la viabilità in quel tratto di strada, invece nei giorni scorsi ho potuto constatare che la pericolosità è nettamente aumentata. Infatti, nella ristrutturazione del nuovo Pronto Soccorso dell’ospedale, qualcuno ha avuto la brillante idea di realizzare l’uscita delle ambulanze.
La dottoressa Blundo, io ed altre persone fra cui vari medici dell’ospedale, ci chiediamo a chi sia venuta in mente questa soluzione alquanto balzana”. Come si può realizzare l’entrata o l’uscita delle ambulanze in una curva già pericolosa di per sé? — si chiedono i due firmatari che si chiedono inoltre come faranno le ambulanze ad entrare o ad uscire da tale accesso nei giorni di mercato di mercoledì e sabato , quando fra le due rotatorie quella dell’ospedale e quella di via Carrarese c’è una doppia fila di macchine che bloccano la circolazione nelle due direzioni di marcia?
E poi si chiedono inoltre: chi riesce a leggere il cartello che avvisa della “uscita di ambulanze”, che è scritto con caratteri talmente piccoli da essere necessaria una lente d’ingrandimento per la sua lettura? Un simile cartello ha le caratteristiche previste dalla legge? Ed un automobilista, impegnato nella guida, riuscirà a leggerlo? E via ancora ad altri interrogativi: l’accesso in curva è stato autorizzato dall’ufficio tecnico comunale visto che il tratto di strada è di sua competenza?
Sono stati consultati i Vigili del Fuoco e la Polizia Stradale per quanto di loro competenza?
Come cittadini contribuenti, ci chiediamo: chi risponderà dei danni per eventuali incidenti che potrebbero verificarsi in corrispondenza di una simile assurdità?
Oltre alla denuncia e ai relativi interrogativi i due segnalatori segnalano che Con l’occasione volendo creare un accesso solo per le ambulanze, si potrebbe ripristinare il vecchio ingresso all’ospedale situato in via S. Rocco fra la Chiesa della Casa di Riposo e la vecchia guardiola, accesso molto ampio che attualmente è chiuso da una rete “provvisoria” e che viene utilizzato saltuariamente per il passaggio di grossi automezzi.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento