Tra Centrodestra e Centrosinistra, il Terzo polo

Centrodestra
E’ iniziata la campagna elettorale dell’ex sindaco Massimo Barbujani per tornare a sedere a palazzo Tassoni a primavera. L’amarezza delle vicende che hanno portato alla caduta della sua Giunta è stata trasformata in risorsa per ricominciare. Una campagna tutta puntata sui giovani, “La vera speranza e promessa della società locale – sostiene l’ex primo cittadino”, con lo scopo di arrivare a costruire una città a loro misura. D’altra parte, sono stati proprio i giovani a decretare il maggiore indice di gradimento per la lista “Bobo sindaco” la passata tornata elettorale. “All’interno della nostra lista civica – continua Barbujani – stiamo lavorando per rimetterci in pista, con la consapevolezza che sarà una battaglia all’ultimo voto, intanto stiamo incamerado consensi ed iscritti tanto che stiamo ipotizzando di strutturare la lista in partito con una propria segreteria e una sede in città”.

Centrosinistra
Anche il Pd accende i motori in vista della campagna elettorale e ha già definito il percorso da sviluppare attraverso la compilazione del programma e la tessitura di una fitta rete di alleanze che porti al più presto all’individuazione di candidato condiviso. Ma in attesa che le segreterie di partito concludano le loro trattative Giorgio Zanellato, si è sbilanciato tracciando un di l’identikit del rappresentante del Centrosinistra alle prossime votazioni. ”Dovrà avere competenza — ha spiegato – riconoscibilità, rigore e credibilità ma e soprattutto dovrà rappresentare e avere il consenso dell’intera coalizione. Questa scelta nasce dall’emergenza democratica ed economico – sociale che sta vivendo Adria perché i 16 mesi di Barbujani hanno creato un clima politico di incomunicabilità e logiche di rancore e rivalsa”.

Il terzo polo
La corsa a Palazzo Tassoni non si ferma qui, in quanto nella campagna elettorale per le amministrative 2011 è sceso in lizza anche il così detto “Terzo polo”.
La compagine politica cittadina è composta da Futuro e Libertà, dall’area che fa riferimento all’Udc e Progetto Nuovo di cui è leader Giovanni Lucianò. L’ex assessore sarà il punto di riferimento della neonata coalizione e il coordinatore del nascente schieramento politico per le ”sue indubbie capacità politiche — è stato spiegato in una nota – e l’immancabile correttezza sul piano personale, ampiamente dimostrate nel corso della sua lunga carriera e costante presenza nella realtà adriese”. I membri del terzo polo fanno affidamento sui delusi della politica sia di Centrodestra che di Centrosinistra e si propongono, quindi, come il possibile ago della bilancia della futura contesa elettorale.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento