mercoledì, 17 Agosto 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomePadovanoPadova NordCodiverno vorrebbe i dossi

    Codiverno vorrebbe i dossi

    Banner edizioni

    “Abbiamo chiesto molte volte al comune di venirci incontro, di prendere atto del nostro problema, ma le nostre richieste non hanno avuto una risposta e sono ancora in attesa.”
    Sono queste le parole che un cittadino di Vigonza, residente nella frazione di Codiverno, ci rilascia, ed inevitabilmente sono il frutto di una situazione che oramai è diventata davvero insostenibile a parer suo e di molte altre persone del luogo.
    La richiesta fatta al comune è l’apposizione di un paio di dossi stradali artificiali in mezzo ad alcune vie del paese, nonostante alcune di queste siano delle strade residenziali chiuse, con il fine di limitare e ridurre la folle velocità con la quale gli automobilisti, anche se molti di questi sono residenti negli stessi quartieri, imboccano le strade sia in un senso di marcia che nell’altro.
    Una delle motivazioni che viene sostenuta da parte dei residenti riguardo il posizionamento dei dissuasori di velocità è la preoccupazione di non poter camminare tranquillamente ai cigli della strada, non provviste il più delle volte di marciapiedi o aree pedonali in ambo le parti, per la paura di prestare attenzione alle macchine che sfrecciano velocissime e che non mostrano alcun interesse nel valutare la benché minima possibilità che ci possa essere qualche pedone in transito in mezzo alla via o che qualcuno stia attraversando la strada.
    Un genitore del quartiere, stanco della circostanza, afferma: “Non siamo preoccupati solo per la nostra incolumità fisica, ma anche per quella dei nostri bambini, e di tutti i bambini del vicinato, che giocano in strada, e che magari correndo dietro ad un pallone un giorno di questi possono non accorgersi dell’arrivo di un’automobile a velocità elevata e subire un incidente molto grave e serio.”
    Continua il cittadino asserendo: “Credo che la vera colpa sia delle persone al volante che non prestano abbastanza attenzione al caso, e ritengo inoltre che dovrebbero farsi un piccolo esame di coscienza invece che correre all’impazzata in questa vie residenziali solo per avere qualche secondo in più d’anticipo o per il gusto di correre. A molti di questi guidatori spericolati manca davvero il senso civico del vivere in una comunità e non si rendono conto del male che potrebbero causare con i loro ‘bolidi’.”
    Conclude il residente: “Penso che posizionando un dosso rallentatore, o tutt’al più un cuscino berlinese, nella maggior parte delle vie ritenute più a rischio, potremmo arginare questa situazione e suppongo che ciò verrebbe apprezzato da tutte le persone dei quartieri di Codiverno, sottolineando il fatto che anche molte altre zone e vie residenziali del nostro paese, per esempio via Monte Santo, via Montebello, via Monte Nero, via Monte Cengio e via Col di Lana avrebbero bisogno di questo intervento stradale per gestire meglio il traffico di automobili che ogni giorno le percorre.”

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Giorgia Gay
    Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

    Le più lette

    Banner edizioni