Home Veneziano Miranese Nord Opposizioni pronte alla battaglia

Opposizioni pronte alla battaglia

I tre candidati per le amministrative, che hanno perso le elezioni, non si sentono realmente sconfitti e hanno visto in queste consultazioni un risultato scontato ma che potrà cambiare in futuro. Il candidato della lista “Bene Comune”, Graziano Busatto, alla domanda perché ha perso risponde: “Ho perso perché non sono stato così bravo da far comprendere i veri valori che testimonio e che sarebbero stati alla base della mia azione politica. Poi mi ha penalizzato il grande malessere per la politica che ha portato, soprattutto gli elettori di centrodestra, a disertare le urne”.
Perché pensa che i cittadini hanno rieletto Quaresimin?
“Io immagino una democrazia libera che lascia alle persone la facoltà di decidere senza preclusioni di parte”.
Che cosa farà adesso?
“Io non mi sono mai servito della politica semmai la politica l’ho sempre servita. La politica è indispensabile perché senza, non ci sono tecnici o supertecnici capaci di risolvere i veri problemi della gente”.
Il candidato della Lega nord, Giuliano Stevanato, alla domanda perché ha perso risponde: “Questo è il verdetto degli elettori, bisogna prenderne atto e va rispettato”.
Perché pensa che i cittadini hanno rieletto Quaresimin?
“Il sindaco uscente ha sempre più chance; gestisce l’amministrazione e si è messo ad asfaltare le strade nei giorni elettorali”.
Che cosa farà adesso?
“Farò il consigliere di opposizione in rispetto al mandato ricevuto dai miei elettori che vorrei ringraziare tutti personalmente”.
Il candidato della lista Futuro Adesso, Matteo Zanellato, alla domanda perché ha perso ha risposto: “Ho perso perché concorrevo con una lista giovane e forse la gente non ci ha visto sicurezza. Poi c’è da dire che le altre liste erano più strutturate economicamente e in risorse umane. Comunque noi non abbiamo perso: ma vinto; perché abbiamo comunque preso 439 voti, quasi gli stessi della Lega, ma noi siamo partiti molto dopo. Volevamo dare un segnale al paese e lo abbiamo fatto”.
Perché pensa che i cittadini hanno rieletto Quaresimin?
“Perche non hanno visto un’opposizione valida e hanno scelto una coalizione che ritenevano in grado di governare.
Che cosa farà adesso?
“Ci stiamo già organizzando per creare le basi e dare un’alternativa valida alle prossime elezioni. Fra 5 anni ci ripresenteremo più preparati”. Intanto tutte le forze politiche che hanno partecipato a questa tornata elettorale hanno notato un elemento importante L’affluenza alle urne di queste elezioni ha visto un calo, rispetto a quelle del maggio 2007, abbastanza sensibile; ma questo fatto ha sicuramente giocato a favore del sindaco in carica che ha ottenuto meno voti ma una percentuale più alta. Nel 2007, Alessandro Quaresimin, ha ottenuto 3.513 voti (50,30%) rispetto ai 3.371 di quest’anno. In effetti, rispetto al quinquennio precedente, mancano all’appello 142 voti. Ma a perdere una notevole quantità di voti è stato sicuramente il centrodestra che nella tornata precedente aveva ottenuto 2.576 voti e in questa soli 1.838 cioè ben 738 voti in meno. Rimane invece stabile la percentuale di preferenza della Lega Nord che scende del solo 0,86% rispetto al quinquennio precedente. Ed è proprio quest’ultima ad aver dimostrato di non aver risentito poi tanto dei recenti fatti nazionali dal momento che i voti sono rimasti pressoché inalterati.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette