Home Rodigino Delta Siviero batte Ferro sul filo di lana

Siviero batte Ferro sul filo di lana

Taglio di Po svolta a sinistra con il ventinovenne Francesco Siviero. Il candidato della lista “Insieme per Taglio di Po”, grazie a 1962 voti di preferenza, è il nuovo sindaco del Comune. Dopo soli due anni e mezzo di centrodestra sotto la guida di Marco Ferro, principale avversario in queste elezioni 2012, Taglio di Po torna ad essere amministrata da una giunta di centrosinistra, guidata da un sindaco, sicuramente tra i più giovani della Provincia e di certo tra quelli tagliolesi che hanno governato dal secondo dopoguerra ad oggi. L’attesa dei dati ufficiali, durante gli scrutini, è stata particolarmente sentita, soprattutto a causa del breve distacco tra la lista di Siviero e quella di Marco Ferro. Qualche momento di sconforto c’è stato, soprattutto con l’arrivo dei dati di alcuni seggi, che davano per vincitore Ferro. Con la pubblicazione dei dati ufficiali, verso le 17 circa, i segni della stanchezza hanno definitivamente lasciato il posto all’esultanza, ai sorrisi e alle strette di mano dei tanti presenti. Il neo vincitore, quasi fisicamente sopraffatto dalla vittoria ed entusiasta dell’esito, ha subito ringraziato tutti i suoi sostenitori: “Sono immensamente felice per la vittoria e per il risultato ottenuto, – ha commentato a caldo — è stata una campagna elettorale lunga e improntata sulla serietà e sul rispetto per gli avversari. Ringrazio tutta la squadra che è stata al mio fianco di giorno e di notte. Sicuramente ci aspetta un lavoro duro da portare avanti con impegno e dedizione. Dedico questa vittoria a tutte le persone che mi hanno sostenuto e che intendo ripagare amministrando Taglio di Po per i prossimi cinque anni”. Dopo poco più una settimana dall’elezione, le idee per il neosindaco cominciano a concretizzarsi e a prendere forma, con dati alla mano: “La situazione, come già preventivato, non è semplice per il nostro comune — spiega Siviero — e le considerazioni da fare sono molteplici in relazione al bilancio di previsione da chiudere entro il 30 giugno. Le criticità riscontrate nel bilancio sono innumerevoli soprattutto quelle riguardanti il Patto di Stabilità e la situazione debitoria grave”. “Già dai primi giorni, – prosegue Siviero — ho potuto rendermi conto delle conseguenze della crisi che ha colpito le famiglie tagliolesi. Come intendo muovermi? La primissima cosa da prendere in mano è il bilancio, del quale me ne occuperò personalmente prendendo in carico la relativa delega. In questi primi giorni, con il revisore dei conti Attilio Padoan, sto prendendo visione della situazione e avviando contatti con Polesine Acque e Italgas per cercare di risolvere la questione relativa al grosso debito in carico al Comune, così da evitare di incorrere in ulteriori interessi”. Francesco Siviero è supportato in Comune da sette consiglieri di maggioranza: Crivellari Margaret (251 voti), Gaia Di Giangiacomo (109 voti), Doriano Moschini (104 voti), Dario Altieri (98 voti), Alberto Fioravanti (95 voti), Veronica Pasetto (94 voti) e Davide Marangoni (67 voti). Della giunta faranno parte Alberto Fioravanti, in qualità di vicesindaco e assessore all’Ambiente, Turismo e Personale; Davide Marangoni, in qualità di assessore ai Lavori pubblici e all’Urbanistica; Doriano Moschini con l’incarico di assessore all’Associazionismo, Sport e Rapporti con le frazioni, Veronica Pasetto con le deleghe ai Servizi sociali, Pari opportunità, Attività produttive, Cultura e Istruzione. Il sindaco invece ha tenuto per se i referati del Bilancio, Affari generali, Protezione civile e Polizia locale.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette