Home Rodigino Delta Stop alla risalita del cuneo salino nell’Adige

Stop alla risalita del cuneo salino nell’Adige

La giunta regionale ha adottato un provvedimento con cui autorizza il Consorzio di Bonifica Delta del Po a realizzare gli interventi urgenti per l’adeguamento provvisorio dello sbarramento contro l’avanzamento del cuneo salino alla foce del fiume Adige. Per questo intervento ha contestualmente impegnato a favore dello stesso Consorzio di Bonifica la somma di 1.600.000 euro sul bilancio regionale.
“Dal mese di ottobre dello scorso anno — fa rilevare l’assessore competente, Maurizio Conte – in Veneto sono state registrate scarse precipitazioni piovose, con ridotta formazione di manto nevoso, che hanno determinato una situazione di grave siccità in tutti i bacini idrografici compresi nel territorio regionale. Per questo con due ordinanze del Presidente della Regione è stato dichiarato lo stato di crisi idrica. Una situazione che merita particolare attenzione è quella che si determina nel bacino del fiume Adige. Dall’inizio del 2012, infatti, si sono registrate portate d’acqua notevolmente inferiori, rispetto alla media storica del fiume, con risalita del cuneo salino anche oltre l’attuale sbarramento in comune di Rosolina (Rovigo). La situazione può avere conseguenze sull’ecosistema, sull’ambiente e sullo sviluppo socio economico di un’area a vocazione turistica proprio all’avvio della stagione balneare”.
“Il Consorzio di Bonifica Delta del Po, che gestisce lo sbarramento antisale, ha presentato il progetto esecutivo — spiega l’assessore – che prevede un rapido intervento strutturale di adeguamento della barriera esistente, utilizzando strutture mobili modulari da porre in opera senza la necessità di smontaggio della struttura esistente, che permette una soluzione in tempi brevi delle problematiche, parziale ma sufficientemente efficace e realizzabile nell’arco di pochi mesi. Conseguentemente, il Consorzio di Bonifica è stato autorizzato ad attuare il progetto perché necessario a garantire l’uso idropotabile in un’ampia zona del territorio, anche a vocazione turistica”. Il provvedimento sarà comunicato alla VII Commissione Consiliare.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette