Home Veneziano Cavarzere Tre punti di accesso alla città presidiati dal velomatic

Tre punti di accesso alla città presidiati dal velomatic

È in funzione a Cavarzere, ormai da più di un mese, un nuovo strumento che permette alla Polizia municipale di presidiare il territorio e soprattutto di incentivare il rispetto dei limiti di velocità. Si tratta del velomatic, un nuovo modello di autovelox che per certe caratteristiche rappresenta la massima innovazione nel settore, prevede infatti la possibilità di rilevare contemporaneamente entrambi i sensi di marcia, ha un sistema fotografico digitale con la capacità di memorizzazione di oltre 200mila immagini e può funzionare in postazione fissa, anche direttamente dall’interno dell’auto di servizio. L’acquisto della nuova apparecchiatura è stata effettuata dal Comune di Cavarzere con una spesa di 22.500 euro, un investimento che sarebbe stato realizzato coi fondi inizialmente stanziati per la riorganizzazione del parco macchine comunale, poi risparmiati e quindi utilizzati in parte per il velomatic.
La Polizia municipale, come precisa il comandante Salvatore Salomone, ha deciso di utilizzare il velomatic per presidiare i tre punti di accesso alla città. Nello specifico le zone in cui i vigili urbani stanno già utilizzando il nuovo autovelox sono Ca’ Venier, Ca’ Labia e via Bellina. A Ca’ Venier gli agenti controllano l’area che va dai ponti della statale 516 fino al distributore, a Ca’ Labia le loro postazioni sono solitamente nella parte vicina all’accesso con la provinciale che porta a Loreo e in località Bellina presidiano il tratto che va dalla rotonda con via Mazzini sino al confine con il Comune di Pettorazza Grimani.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette