Home Padovano Bassa Padovana “Diecimila euro spesi in un giorno”

“Diecimila euro spesi in un giorno”

E’ polemica, dai banchi dell’opposizione montagnanese, per il taglio dei contributi comunali alle associazioni e soprattutto per le recenti spese volute dall’amministrazione comunale. I consiglieri di minoranza Alessandro Uguccioni, Federica Morello e Marco Favero se la prendono soprattutto per il finanziamento concesso dal Comune all’Asd Sporting Club Paradiso di Caselle di Sommacampagna (Verona) per organizzare il concorso ippico “Città di Montagnana”. L’evento si è tenuto lo scorso 17 giugno: “Un evento, questo, organizzato innanzitutto da un’associazione che non è di Montagnana e della durata di un solo giorno. Per così poco, l’ente comunale ha erogato il sostanzioso contributo di ben 8.500 euro. A questo poi si sommano i 3 mila euro destinati al portavoce del Comune, recentemente “assunto” dall’amministrazione comunale, e i 2.500 per la Festa del Melone”.
Concorso ippico e festa del melone si sono tenuti nella stessa giornata, che peraltro ospitava anche un evento del festival “We! Now! Here!”, per cui l’amministrazione comunale ha destinato nel complesso 4.085 euro alla società MV Eventi. Insomma, la minoranza se la prende doppiamente: per i fondi riservati ad associazioni esterne alla cittadina, e per il fatto che in una sola giornata il conto abbia superato i diecimila euro.
“Ci siamo permessi di chiedere al sindaco di Montagnana, con una fomale interrogazione, quali criteri adotti per effettuare certe scelte — spiegano i tre – soprattutto alla luce della decisione di congelare tutti i contributi per il 2012 previsti per le associazioni montagnanesi. Per quali ragioni l’amministrazione privilegia l’utilizzo delle proprie risorse a favore di eventi estemporanei e organizzati perlopiù da associazioni non locali, anziché erogare i contributi alle associazioni di Montagnana che tanto danno e hanno dato in termini di impegno, lavoro e utili risultati per il nostro Comune?”. Per l’amministrazione comunale il problema non si pone, né tanto meno la polemica.
A gettare acqua sul fuoco è l’assessore Andrea Draghi: “Montagnana è capofila di un progetto regionale che vede coinvolte altre sette città venete nella valorizzazione della disciplina ippica. In ogni caso, viste le ristrettezze del momento, il contributo è ridotto rispetto al passato: l’anno scorso lo finanziammo con 17 mila euro, quello prima con 20 mila.
La riduzione delle spese, visti i tempi di crisi, c’è dunque stata. E’ un investimento che porta Montagnana in un panorama nazionale del settore e che peraltro fa arrivare nella cittadina dei finanziamenti regionali. Non si può dunque dire che abbiamo pagato un’associazione esterna, tralasciando realtà locali: in questo modo si è valorizzato Montagnana, non certamente il gruppo di Sommacampagna”.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette