Home Padovano Padova Nord A metà luglio chiude la discarica

A metà luglio chiude la discarica

Chiuderà a metà luglio la discarica di Campodarsego, punto di riferimento per l’area di Padova Nord, compresi Vigonza e Vigodarzere. Ad annunciarlo il Consorzio di Bacino Padova Uno ed Etra. È stata la stessa Regione ha indicare, nel Consorzio Padova Uno, il soggetto che si dovrà occupare di mettere in sicurezza l’area con interventi di bonifica e riqualificazione ambientale. In contemporanea sempre la Regione ha messo a disposizione i 5 milioni di euro necessari per poter procedere all’operazione. La cifra fa parte del finanziamento di circa 247 milioni stanziati nel 2000 all’interno del programma di disinquinamento della Laguna di Venezia. Uno stanziamento già assegnata in due tranche: la prima nel 2001; la seconda nel 2004. Per la verità, nel 2004, 580 mila euro erano stati anticipati al Comune di Campodarsego per operazioni urgenti di ribaulatura.
“Il 12 giugno scorso la Regione ha trasferito la somma al Bacino Padova Uno, riconoscendogli la titolarità a procedere alle operazioni. – ha detto il presidente del Consorzio di bacino, Padova Uno, Claudio Marcato- Abbiamo già assegnato i lavori a un’impresa. Secondo i nostri calcoli la discarica si esaurirà tra il 10 e il 15 luglio, quando verranno conferite le ultime tonnellate di secco non riciclabile. Il primo grande ringraziamento va, in particolare, ai cittadini di Campodarsego per i disagi sopportati in questi trent’anni”.
Dal primo agosto, poi, la discarica resterà aperta solo come punto di stoccaggio. Al raggiungimento della quantità di rifiuto secco sufficiente a compensare i costi di trasporto, partiranno i bilici diretti al termovalorizzatore di Padova. Per il momento, assicurano da più parti, il nuovo sistema di conferimento, ossia da discarica a termovalorizzatore, non dovrebbe avere come conseguenza l’aumento delle tariffe. “Queste ultime dovrebbero rimanere invariate fino al 2014. — rassicura il presidente di Etra, ingegner Stefano Svegliado – È probabile che se ci saranno degli aumenti riguarderanno solo il costo del trasporto e saranno nell’ordine dell’un per cento, questo a causa dell’aumento del carburante. In prospettiva vedremo se dotarci di mezzi più economici. La discarica di Campodarsego è gestita dal Consorzio di Bacino Padova Uno. Negli anni il Consorzio ha raggiunto brillanti risultati tanto che l’Unione Europea nel 2002 ha scelto ilConsorzio Bacino di Padova Uno ed il Consorzio Tergola tra tutti i Consorzi ed i Comuni italiani quale “esempio sul compostaggio e la raccolta differenziata”. Un importante riconoscimento dei meriti di un metodo di raccolta, quello applicato nei Comuni dell’Alta Padovana, che costituisce una prima efficace risposta all’emergenza discariche.
Già nel 1999 l’Unione Europea aveva commissionato uno studio volto ad individuare in ogni stato membro alcune situazioni virtuose nella gestione dei rifiuti. I risultati di tale indagine, diffusi nel febbraio 2001, indicavano tra le esperienze positive in Italia, il Consorzio Padova Uno per la categoria Consorzi di Comuni.
Un riconoscimento, anche questo, che premia il Padova Uno ed il Consorzio Tergola per aver creduto nell’applicazione di un metodo di raccolta, quello “porta a porta” che oggi viene copiato da molti Paesi Europei”.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette