Home Rodigino Delta Bilancio in regola, indebitamento sotto controllo

Bilancio in regola, indebitamento sotto controllo

A seguito della segnalazione del capogruppo di Uniti per Porto Viro, Thomas Giacon, sulle presunte irregolarità relative al bilancio di previsione 2011 evidenziate dalla Corte dei conti del Veneto, il sindaco Geremia Gennari controbatte spiegando che la lettera inviata dall’organo di controllo sarebbe una semplice raccomandazione perché i conti del Comune sono in ordine. Il primo cittadino di Porto Viro, bilancio alla mano, ha calcolato che in realtà l’indebitamento dal 2007 al 2012 è diminuito e non ha mai sforato i limiti di legge.
Secondo Gennari, infatti, la lettera della Corte dei conti è una sorta di raccomandazione nell’ottica della diminuzione dei trasferimenti statali ai Comuni e in vista dell’obbligatorietà di diminuire l’indebitamento del Comune, abbassando progressivamente le aliquote negli anni come previsto dalla legge finanziaria.
“Il risultato del conto consuntivo relativo al 2011 – ha spiegato – registra un avanzo di amministrazione pari a 1.047.704,80 euro, quindi chiuso positivamente. Non siamo in presenza di un disavanzo, ma di un avanzo e valuteremo in seguito come impiegare questa cifra anche in funzione della diminuzione del debito”.
Ma proprio perché si parla di debito del Comune ritengo opportuno riportare alcune cifre che rendono giustizia alla buona amministrazione. Il 2007 è l’anno in cui il Comune di Porto Viro ha acceso l’ultimo mutuo e l’ammontare del debito era di 16.328.196.94 euro, che rappresentava lo stock riguardante tutti i mutui contratti e in ammortamento dal 1964. Il limite massimo d’indebitamento fissato dal ministero nel 2007 era pari al 15% della somma dei tre titoli di entrata (spesa per interessi rapportata alle entrate correnti): noi in quei momento avevamo un tasso pari al 9,43%, quindi largamente al di sotto. Se facciamo un salto al 2012, l’ammontare del debito di fine esercizio sarà di 13.217.232.90 euro, mentre il tasso percentuale d’indebitamento sempre calcolato sui tre titoli e fissato dal ministero, è pari all’8%: noi prevediamo di registrare un 6,71%, quindi ancora al di sotto. Da questi dati si evince che l’ammontare del debito è diminuito da 16.328.196,94 euro a 13.217.232,90 euro, cioè di più di 3 milioni di euro. Tuttavia se nel 2012 l’indice previsto è l’8% e noi siamo al 6.71%, nel 2013 il limite sarà portato ai 6% dell’ammontare degli interessi calcolati sulle entrate: noi prevediamo di essere al 5,89%, quindi ancora entro i limiti di legge”.
Il sindaco ha focalizzato poi la sua esposizione sul trend d’indebitamento in diminuzione. “Un altro dato importante riguarda l’entrata da trasferimenti correnti dallo Stato se nel 2007 è stata di 3.474.779,42 euro, nel 2012 sarà di 2.054.189,00 euro; quindi in questi sei anni il Comune di Porto Viro ha avuto una riduzione del trasferimento pari a 1.410.590,42 euro. Nonostante quindi la diminuzione di entrate erariali, il trend d’indebitamento è in netto calo (dal 9,43%% al 5.89%) ed è evidente che non c’è nessun buco ma al contrario una gestione del bilancio comunale assolutamente virtuosa”.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette