Home Padovano La riorganizzazione del parcheggio

La riorganizzazione del parcheggio

Entrata e sosta regolamentata all’ospedale Immacolata Concezione di Piove di Sacco. Il direttore generale Adriano Cestrone e il dirigente ospedaliero Giovanni Carretta hanno messo a punto un regolamento per migliorare la qualità del servizio e rendere più agevole il parcheggio agli utenti.
L’area esterna dell’ospedale è stata divisa in quattro aree: l’area A include i parcheggi riservati agli utenti portatori di handicap ed è compresa tra il cortile del vecchio ospedale e la parte di fronte l’entrata del nosocomio.
L’accesso a questi posti auto è regolato da un limitatore del traffico. L’area B comprende una decina di stalli destinati agli utenti del pronto soccorso ai quali viene permessa la sosta previa esibizione di un apposito contrassegno. L’area C conta circa un centinaio di posti auto. L’accesso è regolato con disco orario, attivo nei giorni feriali dalle ore 7.30 alle ore 15, per una sosta della durata massima di 2 ore.
Il parcheggio è destinato all’utilizzo da parte degli utenti attesi per visite programmate, terapie, indagini diagnostiche e brevi soste necessarie per produrre documentazioni o per il ritiro di referti. L’area D, la più grande, è libera, e può essere utilizzata da tutti gli operatori e gli utenti cui sia stato consentito l’accesso.
Il parcheggio dei veicoli al di fuori dei posti contrassegnati o tale da ostacolare o rendere pericolosa la circolazione dei mezzi (ad esempio auto lasciate in doppia fila, in prossimità delle vie d’accesso o di uscita del presidio, sui marciapiedi o sopra le strisce pedonali) sarà sanzionabile dalla polizia municipale. Grazie ad una specifica ordinanza gli agenti della polizia locale potranno controllare il rispetto delle norme del codice della strada. L’intenzione è anche quella di eliminare il fenomeno dei parcheggi abusivi.
La direzione medica del presidio ospedaliero, in una nota, raccomanda agli utenti di non consegnare denaro ai soggetti non autorizzati che esercitano abusivamente l’attività di parcheggiatori. Il rischio è proprio quello di alimentare un fenomeno già difficilmente debellabile.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette