Home Padovano Bassa Padovana Nuove antenne in arrivo

Nuove antenne in arrivo

Arriva un’ondata di nuove antenne. In tutto sono sei le richieste avanzate dalle varie compagnie telefoniche, tutte protocollate tra fine luglio 2011 e febbraio 2012. Per prima la nuova antenna di via Granzette della Telecom, che ha chiesto di istallare un palo poligonale alto 33 metri. Ai primi di febbraio, quando i cittadini hanno visto costruire il basamento del traliccio, si sono mobilitati ed hanno ottenuto il blocco dei lavori. Ora Telecom sta proponendo in nuovo sito, all’interno dell’ex Flag sempre in Via Granzette.
Contestualmente la Vodafone ha chiesto di installare nuove parabole sul traliccio della stessa Telecom in via Granzette. Anche in viale Trentino è stata avanzata una richiesta per una nuova antenna: una stazione radiobase richiesta dalla Ericcson nella zona industriale di Monselice, nei dintorni del Centro Riciclo.
L’istanza di autorizzazione è stata presentata il 28 ottobre in un’area di proprietà privata ma che a breve dovrebbe essere acquisita dal Comune. Sempre in ottobre la Vodafone ha chiesto di sistemare o aggiungere nuove parabole sul traliccio della stazione di via Puglia. Stesso discorso per il gestore H3g che ha avanzato una sua richiesta. Per ultima Wind che ha invece presentato in febbraio di quest’anno, la comunicazione per istallare un’antenna parabolica su un edificio in area industriale in Via Umbria.
“Questa serie di richieste non aveva trovato da parte del Comune di Monselice nessun tipo di opposizione — ha spiegato Francesco Miazzi, consigliere comunale di opposizione – Solo grazie alla mobilitazione dei cittadini, il Consiglio Comunale ha istituito un’apposita Commissione Consiliare per studiare le richieste e se possibile concordare con i gestori le nuove istallazioni.
Abbiamo posto come pre-condizione, un’attività di informazione e coinvolgimento dei cittadini, che devono essere consapevoli dei rischi potenziali dei campi elettromagnetici e dei contenuti della normativa che regola queste installazioni. Informeremo la cittadinanza sulle problematiche delle esposizioni ai campi elettromagnetici e richiedendo il rispetto del “principio di precauzione”, fortemente raccomandato dalla comunità scientifica”.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette