Home Veneziano Chioggia “Un punto di partenza del potenziamento dei servizi”

“Un punto di partenza del potenziamento dei servizi”

Riorganizzare l’intera rete ospedaliera per ridurre i costi di gestione e garantire maggiore appropriatezza delle prestazioni. Questo quanto previsto dal decreto sulla spending review per il capitolo “sanità”. Salvi i piccoli ospedali, anche in Veneto. Ma la riduzione dei posti letto a carico del servizio sanitario nazionale ci sarà. Lo standard scende a 3,7 ogni mille abitanti. Per riabilitazione e lungodegenza lo standard non deve scendere sotto lo 0,7 per mille abitanti. Si stima che l’abolizione-riconversione interesserà 18-20 mila posti. Riviste anche le convenzioni sulla spesa farmaceutica così come il percorso di alcune cure: la tendenza è di evitare il più possibile il ricovero a favore di day hospital e ambulatori. Il decreto prevede il taglio di 1 miliardo di euro nel 2012, 2 miliardi nel 2013 e altri 2 negli anni a venire. Ben 5 miliardi fino al 2014. Numeri ricordati l’assessore regionale alla Sanità Luca Coletto, in occasione dell’inaugurazione del nuovo reparto di Fisioterapia all’ospedale di Chioggia.
“La riqualificazione dell’ospedale — ha dichiarato Coletto — prova come siamo in linea col nuovo Piano socio-sanitario che ci aiuterà a razionalizzare, cioè a spendere meglio le risorse. Benché il periodo sia tra i più difficili, lo sforzo che sta compiendo la Regione è quello di garantire servizi di qualità ed efficienza, nonostante i tagli e le limitazioni imposte da Roma”.
Una presenza non solo simbolica quella dell’assessore che testimonia “la volontà della Regione di mettere al centro il cittadino con l’obiettivo di offrirgli strutture e prestazioni sempre più adeguate ai suoi bisogni”.
“Ci tengo a ricordare — ha concluso Coletto – che quello di oggi non è un punto di arrivo ma solo la tappa di un più ampio progetto di potenziamento dei servizi e delle strutture per consegnare ai cittadini di Chioggia un ospedale moderno e attrezzato”.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette