Home Veneziano Miranese Nord Cassonetti a calotta dal 2013

Cassonetti a calotta dal 2013

Sarà rivoluzione nel 2013 per il sistema di raccolta dei rifiuti a Noale. Ci sarà l’introduzione infatti del sistema a calotta.
Un sistema che prevede l’uso della tessera magnetica per poter conferire il rifiuto di tipo secco. “Abbiamo voluto introdurre questo novità che partirà all’inizio del prossimo anno — spiega il sindaco Michele Celeghin — per poter migliorare ulteriormente la percentuale di rifiuto differenziato che nella Città dei Tempesta ha già raggiunto delle percentuali importanti: il progetto lo abbiamo studiato per mesi con i tecnici e poi approvato in giunta. L’introduzione del nuovo sistema avverrà per gradi con l’aiuto anche dei tecnici di Veritas e di tante assemblee pubbliche che organizzeremo nel territorio. Si tratta di un sistema che eviterà che vi siano degli sversamenti abusivi di immondizia dagli altri comuni”.
Ma andiamo nel dettaglio. La prima fase quella dell’avvio, riguarderà le frazioni di Briana, Cappelletta e Moniego. Nella seconda fase invece verrà coinvolto il capoluogo con il suo centro storico.
I cassonetti a calotta saranno in acciaio inossidabile e conterranno il rifiuto secco non riciclabile. Per introdurre questo tipo di rifiuto, la calotta elettronica che si trova nella parte superiore del cassonetto, leggerà una tessera magnetica che verrà consegnata a tutti i residenti direttamente nelle assemblee in cui si spiegherà il nuovo servizio o anche direttamente in punti in cui sarà indicato dove poterle ritirare, e un tecnico di Veritas ne spiegherà in funzionamento. Funzionamento peraltro semplice: basterà inserire la tessera nell’apposita fessura e si accenderà una spia verde che indicherà all’utente di essere abilitato. Poi si dovrà girare all’indietro la leva, che aprirà il vano, si potrà inserire un sacchetto e richiudere lo sportello. Gettata la spazzatura, bisognerà togliere la tessera. Con l’introduzione del nuovo sistema ci saranno anche altre novità.
“Con l’inizio del 2013 – continua il sindaco Celeghin – saranno sostituiti tutti i contenitori del secco e le campane per la raccolta della carta che avranno un’apposita apertura, mentre per il vetro e la plastica saranno come quelli attuali. Sarà ridotto il numero dei cassonetti per secco e aumentato quello per l’immondizia riciclabile”. Fra i comuni che hanno introdotto recentemente il sistema a calotta nell’area della Riviera del Brenta e del Miranese c’è il comune di Mira e quello di Santa Maria di Sala.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette