Home Veneziano Miranese Sud Multe a raffica ai salzanesi

Multe a raffica ai salzanesi

Ora contro i furbi si fa sul serio. Sull’isola ecologica, in via Luneo si punta una telecamera ed arriva una raffica di multe per sversamento abusivo. Ma chi compie questi atti incivili? Prevalentemente i residenti del comune di Salzano, un comune dove la raccolta si fa porta a porta. Vediamo nel dettaglio che succede. Nell’isola ecologica di Luneo il Comune di Mirano ha piazzato, infatti, una delle due nuove telecamere mobili acquistate a inizio anno e il verdetto non lascia spazio a interprestazioni: una media di 5 multe al giorno, tutti i giorni in una settimana e mezza. Il 90 % dei furbetti è residente a Salzano, comune confinante, dove vige il sistema di raccolta dei rifiuti porta a porta. Per ognuno arriverà una sanzione da 166 euro. Chi si comporta in questo modo, forse adesso ci penserà due volte prima di scaricare il sacco della spazzatura a Mirano. Il fenomeno era noto e i furbetti erano stati attaccati già nei mesi scorsi sguinzagliando vigili e ispettori Veritas, che però gironzolavano per via Luneo solo qualche ora al giorno. Adesso, con una telecamera puntata 24 ore su 24, il fenomeno appare in tutta la sua interezza. Gli incivili non sono solo privati cittadini ma anche imprese. I vigili raccontano di casi singolari. Un automobilista ha lanciato fuori il sacco della spazzatura senza scendere dall’auto, direttamente dal finestrino. Con quali fattispecie di violazione di legge gli agenti della polizia locale intendono procedere? Nei confronti di tutti i furbetti si sta procedendo per conferimento indebito, ma anche per abbandono di rifiuti. Sulle aziende si intende procedere in modo ancor più severo. Ma l’occhio elettronico del Comune ha permesso anche di scoprire un altro fenomeno: il passaggio indiscriminato di mezzi pesanti non autorizzati in via Luneo, dove c’è il divieto. Le telecamere ne hanno inquadrati diversi in questi giorni, e anche se la polizia locale non può procedere nei loro confronti, in quanto le telecamere sono autorizzate esclusivamente per il problema rifiuti, i vigili hanno una statistica dei passaggi di camion e degli orari in cui questi avvengono. In questo modo sarà facile piazzare una pattuglia in zona quando ce ne sarà bisogno. Oltre alle telecamere in altre comuni della Riviera e del Miranese come ad esempio a Mira e Santa Maria di Sala, il problema degli sversamenti abusivi si è limitato adottando i cassonetti a calotta azionabili dai residenti con una chiavetta elettronica, appostimente consegnata a loro. Nonostante ciò, anche in questi territori il fenomeno degli incivili che inquinano gettando di tutto, anche in aree verdi è sempre più diffuso. Per questo si stanno formando in collaborazione con Veritas dei gruppi di controllori volontari, in grado di dare le multe a chi si comporta in modo incivile, e denunciando in caso di abbandono di eternit (fibre di aminato) alla magistratura per la conseguente azione penale.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette